1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. Candela di Astep, la lampada con lo stoppino

Astep, lampada Candela 

| redazione designbest

P

rendete due grandi nomi: Alessadro Sarfatti, imprenditore del design (nipote del famoso Sarfatti) e Francisco Gomez Paz, indiscussa firma del design di luce. E chiedete loro di disegnare una lampada. Risultato: un modello che prende spunto dal passato per lanciarsi nel futuro, con un fiammifero e una presa usb.

  • Cos’è Candela di Astep, una lampada portatile con stoppino e presa usb.
  • Cos’ha di speciale Ha uno stoppino che si accende con il classico fiammifero, ma ha anche un sistema led e una presa usb per caricare tablet e cellulare, e si può portare dove vogliamo. Insomma, la vecchia lampada a olio si è trasformata in un oggetto hitech decisamente innovativo.
  • Com’è fatta Ha uno stoppino intriso di bioetanolo (che non fa fumo) che si accende con il fiammifero: l'energia termica generata alimenta un sistema di 24 led e serve anche a ricaricare (grazie all'apposita presa usb) i nostri device. Tutto merito dell'effetto termoelettrico, principio scoperto ben 200 anni fa da Thomas Seebeck e applicato alla nuova tecnologia.
  • Di chi è l’idea Francisco Gomez Paz, designer argentino che ama andare oltre i confini della progettazione, sperimentando sempre nuove forme della luce led. Con soluzioni a dir poco geniali.
  • Ci piace perché… Ha tutto il fascino delle vecchie lanterne, quelle perfette per crere l'atmosfera giusta, ma sa stare perfettamente al passo con i tempi, anzi, ci proietta come per magia verso il futuro. Chi l'avrebbe detto che con un fiammifero si poteva accendere un led?
condividi su: