1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. D 156.3 di Molteni, la nuova riedizione di Gio Ponti
Oggetti

D 156.3 di Molteni, la nuova riedizione di Gio Ponti

| redazione designbest

S

i chiama semplicemente D 156.3, ma è un’icona di stile firmata da uno dei maestri del design del Novecento, Gio Ponti. Questa poltrona, nata negli anni Cinquanta per Altamira, una società americana fondata da un nipote dell’impresario spagnolo De Cuevas, già nel secolo scorso aveva catturato tutti i riflettori nello showroom di New York insieme a pezzi di Ico Parisi, Franco Albini, Carlo De Carli, Ignazio Garbella e tanti altri scelti tra i più rappresentativi della X Triennale di Milano.


Oggi, in occasione del Mobile di Milano 2017, D 156.3 torna a far parlare di sé, proposta in esclusiva da Molteni&C. Dal 2017 per 10 anni, infatti, sarà proprio Molteni&C l’unica azienda in tutto il mondo a produrre e rieditare i mobili disegnati da Gio Ponti. La “nuova” D 156.3 andrà ad aggiungersi alla già presente collezione di riedizioni del maestro nata nel 2012, che ogni anno si arricchisce di nuovi pezzi (11, finora, tra cassettoni, poltrone, scrivanie, sedie, tavoli, letti ecc).


Gio Ponti è così attuale che non c’è bisogno di cambiare nemmeno una virgola dei suoi progetti, perché siano al passo con i tempi. Oggi come allora, infatti, D 156.3 presenta uno stile sartoriale e modernissimo, combinato con materiali d’eccellenza: la struttura in massello di acero naturale o laccato nero semilucido, lo schienale ergonomico con cinghie elastiche incrociate e il cuscino trapuntato, il rivestimento in tre pelli o tessuti pregiati. Tutto viene assemblato e levigato a mano, proprio come un tempo: è l’alta artigianalità che parla il linguaggio del design più contemporaneo. E il risultato è una poltrona senza tempo, intramontabile e piena di charme che, ancora una volta, ci fa sognare.

La “nuova” D 156.3 andrà ad aggiungersi alla già presente Gio Ponti Collection del maestro nata nel 2012, che ogni anno si arricchisce di nuovi pezzi (11, finora, tra cassettoni, poltrone, scrivanie, sedie, tavoli, letti...)
 

 

 

condividi su: