1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. Okome di Alias, il divanetto dal tocco poetico

Alias, divano componibile Okome

| redazione designbest

C

osa succede se un artista come Nendo si mette a osservare i ciottoli levigati dall’acqua? Semplice: dalla sua ispirazione nasce un divano modulare, poetico, discreto e squisitamente votato al comfort più versatile.

 

  • Cos’è Okome di Alias, sistema di imbottiti modulare.
  • Cos'ha di speciale Non ha struttura portante e si può comporre a piacere mescolando 20 pezzi diversi: il risultato sono infinite composizioni e salotti ultrasoft, sempre su misura.
  • Com’è fatto E’ privo di struttura portante, ha gli angoli arrotondati ed è componibile mescolando a piacere (con uno speciale sistema di aggancio) ben 20 pezzi che ricordano i ciottoli levigati dall’acqua, tra cuscinoni, pouf, schienale alto, braccioli. La collezione comprende anche un tavolino.
  • Di chi è l’idea Oki Sato, in arte Nendo, attivo con l’omonimo studio Nendo dal 2002 (vanta ben tre sedi tra Singapore, Tokyo e Milano). Amato soprattutto dai grandi brand europei e italiani, ha un tratto inconfondibile che mescola pulizia e rigore formale tipici dello stile orientale con un profondo tocco poetico.
  • Ci piace perché…  Reinterpreta il concetto di divano con quel tocco poetico che ci fa sentire subito avvolti da un’atmosfera magica, intima, piacevole. E poi si può trasformare a piacere, così ogni giorno il nostro living avrà un’aria tutta nuova.

 

condividi su: