1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. Portable Atelier di Driade con Moleskine, la scrivania

Driade, scrivania Portable Atelier

| redazione designbest

P

ulita, essenziale, ampia e comoda. Cosa vogliamo di più da una scrivania? Noi un'idea ce l'abbiamo: ci piace che sia anche versatile, trasformista e che ci permetta di sistemare tutto a modo nostro. Perché per noi lavorare bene è una questione di stile!

 

Cos’è Portable Atelier, la scrivania di Driade in partnership con Moleskine.

Cos’ha di speciale E' accessoriata con una serie di elementi che si possono sistemare a piacere: così ci vuole un attimo per creare la propria work station su misura, che sappia trasformarsi all'occorrenza e adattarsi a qualsiasi stanza.

Com’è fatta Ha il piano in multistrato di betulla con finitura in rovere che si apre a ribalta e la struttura in lamiera di acciaio verniciato nero opaco con dettagli in rovere. Il kit di accessori è formato da un pannello laterale, un pannello frontale e un elemento scorrevole per tenere in ordine documenti, fogli e corrispondenza.

Di chi è l’idea Philippe Nigro, designer nato a Nizza che da sempre si divide tra la Francia e l'Italia. Ex allievo di Michele De Lucchi, lavora al suo fianco dal 1999 e ha firmato innumerevoli successi. Il suo stile, contaminato dall'arte (ha studiato Arti Applicate), vive del fascino del design intersecato e assemblato: il suo marchio di fabbrica sono arredi versatili, funzionali ed eclettici che si adattano alla perfezione al concetto di vivere contemporaneo.

Ci piace perché Ha un'eleganza formale e uno spiccato stile contemporaneo che rendono lo studio subito più sofisticato. Ma soprattutto ti permette di sistemare tutto proprio come vuoi tu, perché ha tanti elementi che si assemblano e si spostano a piacere. Così, oltre a farti lavorare al meglio, diventa anche un piacevole pezzo d'arredo per qualsiasi stanza.

 

condividi su: