fonte: Lema
| redazione designbest

N

 

el gioco dell’eleganza “senza tempo”, pochi tocchi (decisi) di colore risvegliano, nella stanza da letto, l’eco rassicurante del passato. Gli arredi più moderni sono rilassati nelle linee essenziali, ma addolcite, e fanno coppia fissa con iconici pezzi d’autore. Tutto, dal tavolino accanto al letto al tappeto optical, è un invito ad abbandonarsi al totale relax, in un’atmosfera avvolgente come un nido e carica di nuova verve… Dove concedersi, perché no, di sognare persino a occhi aperti. 

 

I pezzi base

Letto Vagamente retrò, ma con un piglio assolutamente contemporaneo. E un dettaglio forte, la testata in tessuto: geometrica e colorata.

 

Poltroncina icona. Pezzo di design storico, intramontabile e di carattere. Da scegliere in una tinta brillante.

 

Tavolini/comodini. Ai lati del letto, ma anche ai suoi piedi, i tavolini essenziali sono perfetti per reinventare il concetto di panca o comodino, con grande attualità.

 

 

Tappeto. Piccolo (come scendiletto) o più ampio e importante, scalda subito l’atmosfera. Perfetto a motivi optical, meglio ancora se in coppia.

 

I dettagli di stile

 

Spigoli arrotondati. Tipici del design anni Cinquanta, reinterpretano lo stile contemporaneo e rendono gli arredi più morbidi e accoglienti, eleganti, ma discreti.

 

 

Motivi anni Settanta. Le greche a effetto optical che vestono il pavimento danno movimento alla stanza, ma delimitano meglio la zona notte

 

 

Plastica. Ci proietta nel boom degli anni Cinquanta e Sessanta, ma è anche il materiale perfetto per regalare subito un’aria giovane e moderna all'ambiente.

 

 

Colori decisi. Poche pennellate sono sufficienti per sottolineare i pezzi forti dell’arredo e dare nuovo charme allo stile pulito e rigoroso
condividi su: