Dada, cucina Banco
| redazione designbest

A

mpia e luminosa, con un forte spirito hi-tech: è la cucina futuribile, che spinge a una convivialità dichiarata e invita eleganza e comfort a dialogare con disinvoltura. Tra arredi razionali, grandi piani di lavoro, superfici trasparenti e bagliori d’acciaio, ci sono tutti gli ingredienti per uno spazio familiare dalla forte vocazione social. Perché cucinare sia ispirazione da grand gourmet e ricevere gli ospiti un piacere quotidiano. 

I pezzi base

La cucina a isola. Lineare, con maxi piano snack dove si può anche mangiare. Per vivere tutti insieme ogni momento della cucina.

 

Il tavolo. Ci vuole: leggero, quasi invisibile, eppure con un dettaglio di carattere. Da lasciare quasi in disparte, per cene più formali.

 

La maxi dispensa. Chiusa da sipari di vetro diventa teatro scenografico. Certo deve essere tutto in ordine, ma la cucina così guadagna luce e spazio.

 

Gli elettrodomestici a colonna. Separati dal resto della cucina spiccano nel blocco in acciaio. E danno un’aria professionale a tutto l’ambiente.

I dettagli di stile

Vetro e acciaio. E’ la coppia perfetta dello stile più hi-tech: moderno, elegante, funzionale e soprattutto dal rigore abbagliante.

 

Pensili in legno. Scaldano l’atmosfera e rievocano quell’aria familiare tipica del cuore della casa. Meglio averne almeno un paio.

 

Design rigoroso. Geometrie pure e definite, senza fronzoli o rotondità (a parte il tavolo). Lo stile avveniristico non ammette compromessi.
condividi su: