1. Home
  2. Progetti
  3. BEST SOLUTIONS – La Green house: la casa vacanze di 36 mq a Porto
| redazione designbest

C

reare un mini-appartamento speciale da affittare a quattro/ cinque persone in visita in città, di quei posti da ricordare per tornarci o da consigliare agli amici, questo il compito affidato dal proprietario agli architetti di Urbastudios di Porto. Così, al terzo e ultimo piano di un palazzo della fine dell’Ottocento, a ridosso del fiume Douro nel piccolo centro storico della bella città portoghese, è nato un spazio di trentasei metri quadri dal carattere decisamente unico: la Green House. È, come dice il suo architetto Nuno Alves de Carvalho, insieme una sorpresa e una contraddizione.

 

 

A vederla sembrerebbe una casetta con uno spazio libero davanti, quasi fosse un patio o un cortile. Ed è proprio questo il concetto del progetto: compattare in una metà del sottotetto i servizi e le zone notte e lasciare l’altra libera, a disposizione del living dove si intrattengono gli ospiti. 

 

la suddivisione del sottotetto in zona notte in verde, e living in bianco.

Nel disegno la suddivisione del sottotetto in zona notte, completamente verde, e living in bianco.

 

La zona notte è completamente verde, tutte le superfici, pavimento, pareti e soffitto, sono rivestite in lastre di MDF verniciato. Al piano inferiore si trovano il bagno in un angolo cieco, ma illuminato dall’alto, la cucina lungo il corridoio dell’ingresso e una delle due zone notte con un materasso matrimoniale semplicemente appoggiato su un piano rialzato. Semplici listelli di legno creano un leggero filtro verticale per in minimo di privacy.

 

L’appartamento si affaccia su un piccolo balcone con vista panoramica sul centro storico di Porto.

La zona living, rivestita in cartongesso dipinto di bianco, si stacca decisamente dalla “casetta” verde. Le due finestre si affacciano su un piccolo balcone con vista panoramica sul centro storico di Porto. 

La porta d’ingresso e, lungo il passaggio verso il living, la cucina con il top in marmo

La porta d’ingresso e, lungo il passaggio verso il living, la cucina con il top in marmo Estremoz, un bellissimo marmo portoghese dalle sfumature rosa pallido.

Il tetto era nello stato originale del XIX secolo. Eliminando il soffitto è stato possibile recuperare 13 mq per creare la seconda zona notte sul soppalco.

Immagini del tetto durante i lavori di ristrutturazione. 

La zona letto sul soppalco si raggiunge con una semplice scaletta.

Minimalista e romanticissima allo stesso tempo. La zona letto sul soppalco si raggiunge con una semplice scaletta.

 

Porto è una città da visitare assolutamente: il suo centro storico sul fiume, gli antichi caffè e l’incredibile libreria Lello e Irmão del 1869. Pare che abbia ispirato JK Rowling, che frequentava la libreria quando qui viveva e insegnava inglese, per alcuni dei luoghi più emblematici di Harry Potter, e a vederla non ci sono davvero dubbi. Non solo, anche l’architettura contemporanea è presente con un capolavoro di Rem Koolhaas, la magnifica Casa da Música.
Andateci, e prenotate la Green House, sarà la ciliegina sulla torta di una vacanza memorabile!

 

image

Project info

Ristrutturazione di un sottotetto con soppalco

Luogo:
Porto, Portogallo
Dimensioni: 36 mq + 13 mq di soppalco

Progettazione d’interni:  
URBAstudios,
Architetto Nuno Alves de Carvalho
Rua das Taipas, 133, Porto, Portogallo
Tel: 00 351 933 205 999
Email: info@urbastudios.com
Website: urbastudios.com

Foto:

Courtesy URBAstudios
Copyright João Morgado

condividi su: