1. Home
  2. Progetti
  3. Fiat lux! Nuova luce nella casa di un architetto a Roma
| redazione designbest

C

ome trasformare un comune appartamento un po’ buio in un’incantevole casa piena di luce. Con un concetto tanto semplice quanto delicato nella sua attuazione, l’architetto Carola Vannini ha ristrutturato la nuova abitazione per sé, suo marito, la loro bimba piccola e due simpatici cagnolini. Siamo a Trastevere, lo storico quartiere popolare di Roma al di là del fiume (Trans-Tiberim), grande passione dei turisti in cerca delle atmosfere più “pittoresche” della capitale d’Italia. 

 

La cucina è stata spostata nella zona giorno, creando uno spazio unico con il soggiorno e la zona pranzo.

Il soggiorno e il bancone cucina

L’apertura al centro porta nel piccolo corridoio vetrato e al bagno di servizio. Sulla sinistra si trova il terrazzino e a destra lo studio.

 

Carola Vannini vive in una zona un po’ defilata dalle amatissime trattorie intorno piazza Trilussa. Dopo alcuni anni all’estero negli studi di architettura delle più importanti capitali del mondo, ha voluto tornare nel suo quartiere vicino alla famiglia. L’appartamento che ha avuto l’occasione di acquistare si trova al primo piano di in un vecchio palazzo con i soffitti in legno e poche finestre. Illuminare questo ambiente è stata la principale sfida del suo intervento. 

 

La vista dalla cucina verso lo studio e, sulla sinistra, verso il terrazzino che dà luce a tutta la casa.

Lo specchio antico e la porta verso la camera da letto

Alla parete un antico specchio di famiglia intarsiato e placcato oro. Sullo sfondo la camera da letto padronale.

 

La soluzione per dare luce è il bianco e toni chiari ovunque, ma non solo: dei delicati contrappunti di colore nei punti focali e un attentissimo studio delle luci danno profondità e calore agli spazi. Il parquet in rovere sbiancato crea una continuità visiva e illumina gli spazi, l’arredo si accorda sia nei materiali e sia nella scelta cromatica.
Sotto il bancone della cucina realizzato in cemento bianco, un fascio di luce led stacca questo monolite dal pavimento rendendolo più leggero. Sopra il lavello un’altra banda luminosa nascosta dietro i pensili esalta l’antico muro in mattoni rinvenuto durante i lavori. Nello studio i pannelli in plexiglas retroilluminato nascondono gli spazi contenitori ampliandone la prospettiva.

 

Il divano angolare in soggiorno

A sinistra il divano angolare che crea un piccolo corridoio all’ingresso della casa. A destra la pianta dell’appartamento.

 

Senza modificare la massiccia struttura portante della casa e la suddivisione degli spazi esistenti, Carola Vannini ha cambiato l’organizzazione degli ambienti sfruttando al meglio ogni metro quadro e ogni raggio di sole. L’ingresso alla casa, nella zona centrale dei tre settori in cui è ripartito l’appartamento, è diventata il “foyer” della casa: un unico spazio che comprende soggiorno, zona pranzo e cucina. Alla sua destra si trovano le camere da letto, alla sua sinistra un piccolo studio con bagno di servizio e il terrazzino che dà luce a anche a tutto il living.

 

Nel piccolo corridoio vetrato che si affaccia sul terrazzo un semplicissimo bancone e uno sgabello permettono di sentirsi fuori anche quando piove (foto a sinistra). Girandosi si vede lo studio con la parte armadio retroilluminata e la scaffalatura fatta su misura per sfruttare lo spazio al meglio (foto a destra).

La cameretta con soppalco

Sotto il soppalco della cameretta un armadio a tutta parete offre tanto spazio per mantenere l’ordine. La nicchia nella parete è chiusa con un pannello in plexiglas retroilluminato che illumina la parte più buia della camera. (A sinistra la foto da sotto il soppalco, a destra la vista entrando in camera).

Zona notte con camera e bagno

Nella zona notte il bagno rivestito in resina grigia spatolata. Un fascio di luce lungo tutto il pavimento e le applique a muro illuminano i sanitari bianchi e lucidi (Serie Sfera, Catalano) come fossero sculture.
In camera da letto l’atmosfera è romantica divertita allo stesso tempo: una testiera barocca imbottita e le nuvolette dei fumetti alla parete, a ricordare al contempo poesia e leggerezza.

 

Ci immaginiamo le case degli architetti bellissime, e qui ne abbiamo la conferma. Carola Vannini ha fatto un piccolo capolavoro riuscendo a trasformare un appartamento bruttino e un po’ buio in uno spazio dall’atmosfera luminosa e piena di poesia. Leggera ed essenziale, questa casa incanta. Per Carola è stato il suo progetto più difficile, lavorare con e per sé stessi è un’impresa quasi impossibile per i perfezionisti. Per noi è un cento e lode e aspettiamo contenti i suoi prossimi progetti. 

 

Prima e dopo la ristrutturazione

Come una casa cambia completamente faccia: il prima e il dopo a raffronto.

image

Project info

Ristrutturazione di un appartamento di città

Luogo: Trastevere, Roma,Italia
Cliente: arch. Carola Vannini
Piani: uno
Dimensioni: 100 metri quadri ca.

Progetto d’interni e arredo:
Carola Vannini Architecture,
Via Machiavelli, 49, 00185 Roma, Italia
Tel: 00 39 347 6867799

Email: info@carolavannini.com

 

www.carolavannini.com

 

Foto: by Stefano Pedretti, Courtesy Carola Vannini Architecture

condividi su: