1. Home
  2. Progetti
  3. Vicino a Düsseldorf, la villa divisa in due che torna ad essere una casa unica
| redazione designbest

U

na villa che era stata divisa in due proprietà separate è tornata villa unifamiliare con la rivisitazione in chiave contemporanea dello stile anni ‘60 delle sue origini. È la nuova casa del dottor B. che, nominato primario di un ospedale di Düsseldorf, si è trasferito qui dal Lussemburgo insieme con sua moglie per iniziare una nuova vita a due passi da una delle più importanti città tedesche.

 

atmosfera sobria e moderna della zona pranzo aperta sulla cucina

La bella atmosfera sobria e moderna della zona pranzo. La cucina è aperta, ma si inserisce come un volume a sé stante con una diversa pavimentazione e il controsoffitto in cui si inseriscono i faretti e la cappa.

 

Siamo a Meerbusch, una cittadina formata perlopiù da splendide, e costosissime ville, a un quarto d’ora da Düsseldorf e il suo aeroporto sulla sponda opposta del Reno. Questo comune di ca. 50mila abitanti vanta la residenza del più alto numero di milionari della Germania. L’offerta immobiliare è limitatissima ed è talmente proibitiva, che, per contenere i costi, gli acquirenti ristrutturano o trasformano case che qualche anno fa avrebbero abbattuto e ricostruite ex-novo. Come in questo caso.

 

Meerbusch con le sue ville e a destra il Reno

Una veduta aerea di Meerbusch con le sue ville e a destra il Reno oltre il quale si trova la città di Düsseldorf e il suo aeroporto, uno dei più importanti della Germania.

 

Per trovare la casa adatta e anche un architetto in sintonia con le sue idee, il dottore e sua moglie si sono affidati a Internet. Con le loro ricerche hanno trovato entrambi e alla prima visita della casa prescelta hanno chiesto all’architetto Ferreira di accompagnarli per aiutarli nella loro decisione d’acquisto. Non è una rarità, l’architetto Ferreira ci dice che almeno due, tre volte l’anno ottiene incarichi da clienti che hanno visto i suoi progetti in rete.

 

Il tavolo da pranzo di Matteo Thun per Riva 1920

A sinistra la cucina, a destra il corridoio, al centro la scala con l’apertura all’altezza del pianerottolo fra le due rampe. In primo piano il tavolo da pranzo.

Light Table disegnato da Mattheo Thun per Riva 1920

Al centro della sala il grande tavolo di rovere americano rosso Light Table disegnato da Mattheo Thun per Riva 1920

 

La domanda all’architetto era di verificare se l’intricato insieme di stanze e corridoi che si trovavano di fronte potesse trasformarsi nella casa luminosa e aperta che sognavano di avere. I primi schizzi dell’architetto e una buona dose di fiducia nella sua visione e le sue capacità li hanno convinti che era la casa giusta da acquistare.

 

Pavimento in rovere naturale trattato ad olio

Il pavimento è uniforme in tutta la casa (bagni e cucina esclusi). Larghe doghe di rovere naturale trattato ad olio.

Leggere consolle di vetro nel corridoio

Il corridoio visto dalle sue due estremità, a sinistra dall’ingresso, a destra dalla sala da pranzo. La sua larghezza permette l’inserimento di leggerissime e quasi invisibili consolle di vetro, realizzate su disegno, che non ingombrano lo spazio.

 

L’elemento centrale è la nuova scala. Sostituisce la vecchia scala a chiocciola e illumina con le sue aperture il lungo corridoio, trasformato in una piacevole passerella con tanti diversi scorci visivi. Le porte al piano terra sono solo tre (verso la camera degli ospiti, il bagno e il garage), il resto dello spazio è fluido e consente la percezione della casa nel suo insieme sciolto e scorrevole. Riducendo i materiali al minimo, il rovere del pavimento e il bianco delle pareti, l’insieme risulta armonioso e continuo.

 

La scala che porta al piano superiore con la zona notte

La scala che porta al piano superiore con la zona notte. A destra l’apertura che permette uno scorcio visivo verso la sala da pranzo.

Parete centrale con lavabo, dietro doccia e wc

Nei due bagni al piano superiore una parete centrale compatta le tubature. Dietro il lavabo si nascondono la doccia e il WC.

 

Il dottor B. e sua moglie sono persone dal grande intuito estetico e anche molto pratiche. Ai limiti della propria capacità di immaginazione, di fronte ad una casa piena di muri, di porte e corridoi, di tappezzerie stinte, bagni stretti e obsolete scale a chiocciola, hanno chiamato l’architetto che li aveva ispirati con i suoi progetti a trasformare una villa deturpata da interventi precedenti in un immobile che valesse la pena di acquistare e che un giorno, chissà, si potesse anche rivendere. Il risultato è questa bellissima casa aperta e luminosa, in cui la luce che si insinua inattesa negli scorci visivi che l’attraversano sorprende di continuo e regala la felicità di un raggio di sole.

 

image

Project info

Ristrutturazione di una villa unifamiliare in una zona residenziale

Luogo: Meerbusch, Germania
Piani: 2
Dimensioni: 280 mq
Tempi di realizzazione: 12 mesi

Progettazione architettonica e interior design:
Ferreira | Verfürth, Architektur und Design Studio
Düsseldorfer Straße 88, Meerbusch, Germania
Tel: 0049 (0) 2132 – 99 55 477
Email: mail@rfcv.de

www.rfcv.de

Opere di falegnameria:  Christian Nix, Düsseldorf

Foto:
Credits Julia Vogel, Colonia
Courtesy Ferreira | Verfürth

condividi su: