1. Home
  2. Store & Eventi
  3. Eventi
  4. Da HOMI, una mostra preziosa e "Scatenata"

HOMI presenta: "Scatenata -  la catena tra funzione e ornamento" (MANUGANDA, Compo, 2007)

| redazione designbest

S

e una mostra si chiama Scatenata c’è da aspettarsi di tutto. E infatti il vernissage di HOMI, inaugurato il 21 febbraio al Palazzo delle Stelline di Milano, celebra un soggetto dalla magia inaspettata: la catena, ovvero la musa ispiratrice di orafi, artisti e designer di tutto il mondo.

Tra bagliori e luccichii, la prestigiosa sede della Fondazione Stelline si è trasformata nella boutique ideale per 150 gioielli incatenati: poveri o preziosissimi, artigianali o iper innovativi, insospettabili o super classici, maglie e anelli realizzati da artigiani e artisti italiani e internazionali si rincorrono in una danza scenografica e piena di suggestioni simboliche.

Sarà che la catena è da sempre un simbolo potente e poliedrico, dalle mille e contraddittorie sfaccettature (basti pensare che è testimone di schiavitù e libertà, di ribellione e di potere, di street style e di lusso), o che i gioielli riescono sempre a risvegliare l’immaginario collettivo e a farci sognare, fatto sta che la mostra Curata da Alba Cappellieri, docente di Design del Gioiello e dell'Accessorio al Politecnico di Milano, ci regala scenografie dalla forza espressiva straordinaria.

Groumette, marinara, traversino, rolò, forzatina a spiga o a goccia: le variazioni della catena sono infinite e mandano in scena firme di spicco del panorama internazionale. Si parte dagli anni Sessanta con Paco Rabanne e si arriva ai giorni nostri, con le stampe 3D di Giulio Iacchetti. Si leggono i nomi del fashion system nelle creazioni di Missoni, Scervino, Coveri e le firme dei più grandi artigiani del settore, come Emma Francesconi che si cimenta con pezzi di ferramenta, e Carla Riccoboni, protagonista sulla locandina della mostra.

Ma è il connubio tra creatività e innovazione che ci fa scoprire la vera magia della catena, capace di mixare stili e culture (vedi l’artigianato indiano “incatenato” all’iconografia punk di Fiona Paxton) o trasformare materiali poveri e leggeri in accessori di culto (come ci insegna Francesca Vitali con le sue catene di carta).

Risultato: una mostra preziosa che è un perfetto intreccio di arte, design e storia.

 

Dove: Fondazione Stelline Corso Magenta 61, Milano

Quando: fino al 5 marzo 2017

 

condividi su: