1. Home
  2. Store & Eventi
  3. Eventi
  4. The Jewelry of Harry Bertoia
| redazione designbest

S

cultore, architetto, artista grafico, designer di sedie… e anche creatore di gioielli. Forse non tutti lo sanno, ma Herry Bertoia ha saputo ricoprire, nella sua ricca carriera professionale, tutti questi ruoli. Ecco perché il Cranbrook Art Museum ha deciso di dedicare una mostra, “The Jewelry of Harry Bertoia”, proprio alle creazioni dei suoi preziosi: delle centinaia di gioielli attribuiti a Bertoia, infatti, la maggior parte è stata prodotta durante i suoi anni a Cranbrook. Prima studente e poi docente alla Cranbrock Academy of Art, il versatile artista Bertoia è passato sì alla storia per i suoi eccellenti e iconici mobili in metallo, ma ha affondato le sue radici creative proprio nel design di gioielli. Non è un caso che una delle sue più celebri sedie si chiami, appunto, Diamond Lounge Chair.

Appena entrati nel museo, si coglie subito lo spirito di questa esposizione: offrire una visione inedita delle sperimentazioni e del lavoro di Bertoia, svelandoci il suo importante contributo nel mondo dei gioielli. Chi l’avrebbe detto che questo artista è stato un pioniere del movimento American Jewelry e maestro nell’elevare l’ornamento come “objet d’art”?

Lasciandosi trasportare da questa esposizione si scopre che Bertoia si è mosso di pari passo tra il mondo della scultura e quello dei gioielli: e infatti qui si ritrovano evidenti forme e tecniche che caratterizzano le sculture architettoniche di Bertoia. I suoi primi gioielli di metallo risalgono agli inizi degli anni Trenta e sono così interessanti da fargli guadagnare l’ammissione (nel 1937) nella prestigiosa Cranbrook Academy, dove dirigerà anche il laboratorio di metallurgia.

Gioielli sofisticati, unici, particolari… Basta uno sguardo agli scaffali della mostra per restare affascinati da quei pendenti, dalle spille e dai bijoux in argento che hanno conquistato e affascinato tante signore di Bloomfield Hills durante il conflitto mondiale. Piccolissimi (per via della carenza di materiale durante la guerra), ma ambiti, sanno incantare al primo sguardo con i loro disegni raffinatissimi e l’eleganza delle forme “rubate” alla natura.

L’abilità e genialità dell’arte orafa di Bertoia sono così spiccate che a fine mostra si resta sorpresi per non averle conosciute prima: Bertoia “gioielliere” ha ricevuto conferme persino all’Allied Craftsmen, la più antica organizzazione di artigiani in California, e ha venduto i suoi gioielli nei migliori negozi di modernariato. Di sicuro è stato uno dei pionieri di questo settore e la sua visionaria interpretazione ha contribuito ad avvicinare l’arte orafa alla pittura e alla scultura. Questa mostra ne è la dimostrazione: i suoi gioielli non sono più solo oggetti di artigianato, ma vere espressioni d’arte.

Quando: fino al 29 novembre 2015

Dove: Cranbrook Art Museum di Bloomfield Hills (Michigan)

condividi su: