1. Home
  2. Design Culture
  3. Brand
  4. Ragno: 70 anni di storia della ceramica italiana

Collezione Resina 2019, Ragno.

| redazione designbest

L

o storico marchio della ceramica italiana festeggia il suo 70esimo anniversario e lancia per l’occasione una serie di nuove collezioni che ci raccontano della sua instancabile voglia di sperimentare in ogni direzione creativa e tecnologica.

Fondata a Sassuolo nel 1949 da Afra Fontana e il marito Romeo Giacobazzi insieme con l’imprenditore Vincenzo Gibertini, Ragno è una delle prime vere industrie italiane del distretto sassolese della ceramica, distretto la cui nascita risale addirittura al 1741, anno in cui parte della borghesia del borgo cittadino costituì una Società per Azioni per la produzione di maiolica e ottenne da Francesco III d'Este il monopolio nell’intero Ducato estense.

 

Il suo nome si ispirava alla laboriosità dell’aracnide e il primo logo aziendale rappresentava proprio un ragno stilizzato. Alla fine degli anni ’50, dopo le prime mattonelle smaltate, Ragno lanciò la produzione di una piastrella creata con smalti di scarto mescolati a vetri rotti di bottiglie che fu utilizzata per la pavimentazione del villaggio olimpico per le Olimpiadi di Roma nel 1960. Fu un successo clamoroso che proiettò l’azienda di Sassuolo alla notorietà internazionale e diede il via a una produzione di rivestimenti in cui la ricerca e l’innovazione tecnologica vanno di pari passo con la sperimentazione estetica dal design eclettico e contemporaneo.
Una filosofia saldamente ancorata all’amore per la terra e dallo spirito decisamente contemporaneo che da allora e attraverso i cambiamenti che si sono succeduti - dalla scomparsa di Romeo Giacobazzi nel ’78, alla sapiente direzione di Afra Fontana e al successivo ingresso nel gruppo Marazzi - contraddistingue l’azienda.

 

E, quando l’amore per la terra (come materia prima) è autentico, va di pari passo con il rispetto per la Terra, il nostro pianeta. Un’equazione non sempre così ovvia, ma per Ragno il principio chiave della sua filosofia: “Amare la ceramica significa anche rispettare la natura”. Una priorità che nella pratica significa una produzione sempre più responsabile e rispettosa nei confronti dell'ecosistema attraverso l’uso attento delle risorse naturali e l’investimento in impianti che riducono sensibilmente il consumo di materiali e d’acqua nel ciclo produttivo.
Settant’anni in cui è cambiato tutto tranne il primato della qualità e dell’ingegno innovativo che rende Ragno, e la nuova collezione ne è una dimostrazione lampante, un indiscusso ambasciatore dell’eccellenza nel mondo della ceramica. 1949 – 2019, buon compleanno Ragno!

.

condividi su: