1. Home
  2. Design Culture
  3. Design Library
  4. Il nuovo volume del design di Triennale Milano
Libri

Il nuovo volume del design di Triennale Milano

| redazione designbest

L’

edizione settembrina del SuperSalone e il concomitante Fuorisalone 2021 si sono appena concluse, ma il viaggio nel design prosegue nelle pagine del nuovo Museo del Design italiano Triennale Milano, edito da Electa.

Il catalogo, fresco di stampa, dedicato alla collezione permanente del Museo del Design italiano di Triennale Milano è un omaggio al Museo rinnovato a luglio 2021 e ci racconta la storia del design dal 1946 al 1981, periodo considerato dai critici il più importante per il settore.

A parlare sono gli oggetti più iconici scelti, sotto la guida del curatore Marco Sammicheli, tra i 1.600 esposti nel Museo. Testi, didascalie, fotografie e documenti spesso inediti provenienti dagli Archivi di Triennale rispondono alle curiosità di appassionati e non, in un racconto corale dettagliato e complesso, come ha spiegato il curatore Marco Sammicheli. “Mostrare e catalogare la storia del design italiano è un’attività complessa poiché oltre a includere progetti e prodotti deve tener conto delle mediazioni tra i diversi attori della filiera (imprenditori, fiere, artigiani, esperti di materiali, curatori, media e la comunità internazionale)”.

Ecco perché la selezione delle opere nel catalogo Electa estende quella del percorso museale, “per offrire una visione rispondente all’ampiezza della Collezione” e ricostruire a 360° i processi creativi e produttivi che hanno fatto storia nel contesto socio economico dell’epoca e nel dibattito, ancora in corso, sul ruolo del design italiano nel mondo.

Il volume è diviso in capitoli cronologici (1923-1936, anni Quaranta, Cinquanta, Sessanta, Settanta e Memphis) che ci accompagnano nelle tappe fondamentali della storia del design, a partire dalla 1ª Mostra internazionale delle arti decorative presso la Villa Reale di Monza, ai concorsi internazionali, fino alle relazioni con i giornali e con il Salone del Mobile. Non mancano naturalmente i protagonisti del design internazionale e le collaborazioni con i Maestri di quello italiano, gli allestimenti espositivi, i manifesti, le planimetrie e i progetti di identità visiva.

A fare da chiusa ad ogni capitolo, infine, il catalogo degli oggetti, raccontati anche con aneddoti e curiosità che arricchiscono le pagine e ci trasportano, virtualmente, nell’esposizione permanente del Museo  del Design italiano in Triennale.

condividi su: