1. Home
  2. Design Culture
  3. Design Library
  4. La casa che vorrei, tra le pagine di un libro

La casa che vorrei - Soter Editrice

| redazione designbest

U

n modo inedito e giocoso per entrare, da protagonisti, nel mondo della progettazione. Si chiama La casa che vorrei l’originale activity book edito da Soter Editrice, tutto da sfogliare, ma anche ritagliare, incollare e trasformare, per disegnare la nostra casa dei sogni.

Nato da un’idea di Margherita Pincioni e Gianfranco Setzu, il libro raccoglie i pensieri e i disegni di oltre 50 designer, chiamati a descrivere la loro casa ideale e a disegnarne gli elementi d’arredo e di decoro: oggetti del quotidiano realmente prodotti o simboli di un mondo immaginifico personalissimo, interpretati secondo lo stile di ognuno.

“Crediamo che il design acquisti un senso solo nell’utilizzo quotidiano dei prodotti", spiegano i curatori, "ecco perché l’activity book invita a fotocopiare le pagine, ingrandendole o rimpicciolendole, oppure a ritagliare direttamente le sagome dei mobili per accostarli, miscelarli e incollarli sui fogli al centro del volume, creando così la propria casa ideale”.

Un punto di vista inedito del design italiano, visto attraverso gli occhi di creativi, designer e architetti (Giulio Iacchetti, Federica Biasi, Paola Jannelli, Matteo Ragni, Joe Velluto, Serena Confalonieri, Tommaso Caldera, Tomoko Mizu e tanti altri) che ci suggeriscono infiniti stili dell’abitare e giocano con ispirazioni personali, sogni a occhi aperti, produzioni concrete e sperimentazioni fantastiche.

La casa che vorrei è un invito a riflettere sul design, ma anche sul gioco, sull’ironia e sulla spinta creativa che inevitabilmente convergono e influenzano le fasi del lifestyle contemporaneo, sempre più vitale, dinamico e ricco di contaminazioni.

condividi su: