1. Home
  2. Design Culture
  3. Highlights
  4. Ispirazione Shaker: la cucina tra tradizione e modernità

Cucina Madison, GD Arredamenti. Contenuto offerto da GD Arredamenti.

| redazione designbest

S

e organizzare gli elementi che compongono la nostra cucina è una questione principalmente tecnica in cui ci supportano gli esperti del settore e la scelta del materiale e del colore è una questione di predilezioni molto personale, definirne lo stile può essere un vero rompicapo.
Perché ci succede di amare anche cose molto diverse fra di loro, di essere moderni e romantici insieme, pratici e tecnologici e al tempo stesso di essere affascinati dalle atmosfere retrò. E così le cucine moderne ci sembrano un po’ troppo minimaliste, quelle tradizionali troppo pesanti...

A chi si trova avviluppato nel dilemma, possiamo dire che esiste una soluzione. Le sue origini sono antiche, la sua filosofia razionale - tanto da farne un precursore del minimalismo moderno - è lo stile Shaker, in cui la forma è il risultato del perfetto utilizzo dell’oggetto.

 

Gli Shakers erano membri di un ramo del calvinismo puritano nato nel primo Settecento in Francia, approdano negli Stati Uniti nel 1774 dall’Inghilterra dove si erano rifugiati. Il loro stile di vita era basato sul comunismo cristiano, la proibizione della proprietà privata e il celibato più austero.

 

Ancora oggi fonte d’ispirazione per il design contemporaneo basato sulla funzionalità del prodotto, lo stile d’ispirazione Shaker è immediatamente riconoscibile per l’alta qualità del lavoro artigianale e l’assenza di elementi decorativi, come nel caso della cucina Madison di GD Arredamenti, una cucina che mette d’accordo lo spirito moderno con l’amore per la tradizione.

 

Cucina Madison di GD Arredamenti laccata color grigio nella versione senza maniglie.

Cucina Madison di GD Arredamenti laccata color grigio nella versione senza maniglie.

 

Con il suo design essenziale, dalla classica geometria con il telaio tamburato, la cucina Madison mantiene il concetto per cui la forma si origina dalla funzione - “Form follows function” – adeguandolo alle esigenze di una cucina moderna. Il sistema modulare comprende basi e pensili di diverse larghezze ed altezze e anche la tipica “piattaia”, un elemento aperto o con ante vetrate per i piatti. A renderla definitivamente adeguata ai nostri tempi, anche la possibilità di personalizzarla nel colore da scegliere nella palette di GD Arredamenti. Una perfetta sintesi dell’incontro tra funzionalità contemporanea e tradizione.

SFOGLIA LA GALLERY:

Contenuti offerti da: 

condividi su: