1. Home
  2. Design Culture
  3. Materiali e innovazioni
  4. Componibili Bio, la versione eco sostenibile del bestseller di Kartell

Contenitori Componibili Bio di Kartell.

| redazione designbest

C

omponibili Bio, il piccolo mobile contenitore icona del design e simbolo di Kartell da oltre cinquant’anni, uno dei pezzi più rappresentativi e venduti nella storia del brand, si propone quest’anno in una nuova versione completamente eco sostenibile.
Dopo essere stato per decenni semplicemente di plastica, essere diventato prezioso con finiture metallizzate dall’oro al titanio, essere stato rivestito con stampe create dagli stilisti della moda e reinterpretato dai più famosi designer contemporanei con quindici pezzi d’autore, il contenitore Componibili è il primo prodotto di Kartell realizzato in bioplastica nella nuova sua edizione “Fully-sustainable”.

Sviluppata da Bio-on insieme al gruppo di ricerca del brand, la rivoluzionaria bioplastica naturale al 100% deriva dagli scarti della produzione agricola senza entrare in competizione con il cibo per uomini e animali. Con un processo biologico, i materiali di scarto “aggrediti” da microrganismi danno origine a una biomassa che è simile alla plastica. Dopo una serie sofisticati di processi per affinarne la composizione, questa biomassa totalmente eco sostenibile diventa un materiale di primissima qualità. Kartell, per prima nel settore arredo, l’ha sperimentata nelle tecniche dell’iniezione e dello stampaggio utilizzate per le materie plastiche “classiche”.

E così prosegue la lunga storia del bestseller di Kartell realizzato nella sua prima forma quadrata nel 1967, e due anni dopo in quella rotonda, da Anna Castelli Ferrieri, l’architetto e designer che nel 1949 fondò insieme con il marito, l’ingegnere chimico Giulio Castelli, il marchio diventato fra i più noti del design made in Italy.

Diceva Anna Castelli Ferrieri: “Mi domando sempre se sono fedele al mio obiettivo, che è quello di migliorare in qualche modo la qualità della vita, di non tradire la qualità etica del mio lavoro.”
Siamo certi che sui Componibili Bio non avrebbe alcun dubbio.

 

condividi su: