1. Home
  2. Design Culture
  3. Materiali e innovazioni
  4. Kaffeform, le tazzine fatte con i fondi del caffè

Espresso, espresso cup

| redazione designbest

L’

idea arriva da una startup berlinese: riciclare il caffè per… servire il caffè. E infatti sono proprio i fondi del caffè a inventare insolite e praticissime tazzine. Se riciclare i fondi del caffè è una pratica ormai comune nell’agricoltura, per realizzare biomasse e produrre energia pulita o metano domestico, puntare sul concetto di sostenibilità e portare i fondi di caffè direttamente in tavola come mise en place è sicuramente una novità. E’ stato Julian Lechner, giovane laureato in design industriale, a immaginare nel 2015 il nuovo servizio da caffè, mentre studiava (e consumava il caffè) a Bolzano: dare nuova vita alla polvere di caffè già utilizzata era diventato un vero cruccio. Dopo tre anni di studi approfonditi, Lechner è riuscito a mettere a punto la formula perfetta per creare i piattini e le tazzine sostenibili di Kaffeform (azienda di cui è il fondatore).

A vederle, queste tazzine dai toni moka sembrano quasi oggetti in ceramica raku, in realtà sono fatte di un mix di fondi di caffè (circa il 40%), fibre vegetali, scaglie di legno e biopolimeri - tutti materiali riciclabili e provenienti da fonti rinnovabili - che insieme creano un materiale resistente nel tempo e lavabile in lavastoviglie.

La collezione viene realizzata con la collaborazione delle caffetterie di Berlino, che raccolgono i fondi di caffè per Kaffeform, per essere poi essiccati e spediti in un laboratorio di protezione. Per una tazzina serve il residuo in polvere di sei espressi e ogni pezzo emana il tipico e intenso profumo di caffè.

Oggi la tazza per il caffè americano Weducer di Kaffeform si è aggiudicata l’ambito premio Red Dot Award, per l’innovazione del suo materiale. Identico in tutto e per tutto alla classica tazza da asporto, questo modello ambisce a soppiantare le sorelle usa e getta dei bar e si presenta con tanto di scanalatura isolante che impedisce di scottarsi. C’è una notevole differenza, però: Weducer non inquina e porta avanti, con la sua anima profondamente sostenibile (come tutti i prodotti Kaffeform), la nobile causa a difesa dell’ambiente.

  

condividi su: