1. Home
  2. Design Culture
  3. Materiali e innovazioni
  4. L’acqua, il bene più prezioso di Fantini
Materiali e innovazioni

L’acqua, il bene più prezioso di Fantini

| redazione designbest

S

ostenibilità e risparmio energetico sono temi sempre più attuali e anche le aziende si dimostrano ogni giorno più sensibili al rispetto dell’ambiente. Fantini, brand tutto italiano nato dalla passione di una famiglia per l’acqua e il territorio, è una di queste. Non a caso tra le parole chiave di questo brand di rubinetteria nato nel 1947 a Pella sul Lago d’Orta, spicca l’“etica”: etica del lavoro, inteso come senso del dovere e rispetto verso le persone, ma anche verso il territorio che da sempre circonda e conserva le radici di Fantini e verso l’ambiente in generale, come spiega Daniela Fantini, presidente e amministratore delegato dell’azienda.

Il gusto del bello, la voglia di sperimentare, la spinta all’innovazione sono radicati da sempre nella filosofia di Fantini, ma con un unico fil rouge: l’attenzione per ambiente. C’è un senso di appartenenza, una commistione con la natura, da cui Fantini non vuole e non può prescindere. E, infatti, il catalogo Fantini è una concentrato di prodotti che fanno del design il promotore di soluzioni non solo esteticamente belle, ma anche “buone”, perché votate alla sostenibilità e al risparmio energetico. Tendere all’eccellenza è la cifra distintiva di Fantini: lavorare con i migliori designer si traduce in un dialogo continuo per trovare non solo il giusto tratto distintivo, ma anche le soluzioni e i materiali migliori, a basso impatto ambientale. 

 

Basti pensare all’acciaio inox, resistente, riciclabile ed ecologico, con cui Fantini realizza oltre 250 prodotti, o alle esclusive finiture in PVD, letteralmente “deposizione fisica attraverso vapore”, ovvero un’innovazione tecnica ipoallergenica e sostenibile ad impatto ambientale ridotto, introdotta da Fantini tra le prime aziende sul mercato. Ne è un esempio il rubinetto Icona Classic, firmato da Vincent Van Duysen: reinterpretazione contemporanea del classico rubinetto, gioca con proporzioni raffinate e si veste della finitura Nickel PVD, diventando così ancora più resistente e intramontabile.

Non mancano, tra le collezioni, anche le proposte anti spreco che puntano al risparmio energetico, come i miscelatori termostatici che regolano la temperatura e il flusso dell’acqua riducendone i consumi. Il set doccia Milano disegnato da Franco Sargiani, per esempio, con soffione doppio, getto a pioggia e a cascata, doccetta a mano, è tutto in acciaio inossidabile spazzolato e ha il miscelatore termostatico incassato. Nice, invece, firmato da Thun & Rodriguez, è un progetto giocoso che punta sulle tinte vivaci delle maniglie in metacrilato e su elementi traslucidi per sottolineare, con effetti ottici speciali e un’esperienza tattile piacevole, l’attenzione per l’ambiente (anche in questo caso il miscelatore è termostatico).

Set doccia Milano (design Franco Sargiani) / Set doccia Nice (design Thun & Rodriguez)

Il risultato è comunque una gamma di prodotti passepartout, che sa coniugare la tradizione del passato e l’amore per il territorio con il gusto e le esigenze di oggi. Con un’immancabile spinta verso un domani migliore.

 

.

condividi su: