1. Home
  2. Design Culture
  3. Materiali e innovazioni
  4. T Tower di Antrax, il calore che nasce dal riciclo

T Tower by Antrax IT - design Matteo Thun & Antonio Rodriguez 

| redazione designbest

E

mergenza climatica, sostenibilità, risparmio energetico: sono tutti argomenti di massima attualità e di cui sentiamo parlare, ogni giorno, soprattutto in inverno, quando il riscaldamento è al massimo regime (e i consumi aumentano). Contribuire a proteggere l’ambiente senza rinunciare alla massima efficienza termica, però, non è difficile perché il mondo del termoarredo oggi propone tante soluzioni orientate verso un impatto ambientale minimo.

Come i radiatori di Antrax, brand che interpreta il riscaldamento puntando tutto (o quasi) sulla sostenibilità. In alluminio o acciaio al carbonio, i nuovi modelli sono tutti riciclabili al 100% e sono progettati per coniugare il risparmio energetico con la massima resa, grazie a un ridotto consumo di acqua e a un sistema di assemblaggio brevettato. Cuore dei prodotti, infatti, è sempre una tecnologia all’avanguardia dall’animo “green”, interpretata dalle firme più importanti del design internazionale, da Piero Lissoni a Matteo Thun, da Marc Sadler a Daniele Libeskind e Victor Vasilev.

Il risultato sono prodotti sofisticati e contemporanei: basti pensare a T Tower, il radiatore a colonna disegnato da Matteo Thun e Antonio Rodriguez che è stato inserito nell’ADI Design Index 2019. Minimale, rigoroso, ma anche colorato (ci sono oltre 200 varianti) e scenografico, questo radiatore scultura è un modello freestandig in perfetto stile metropolitano. Realizzato in profilato di alluminio, ottimizza la diffusione del calore sia con alimentazione elettrica che con sistema ad acqua e si può sistemare ovunque, anche in bagno, grazie a uno speciale maniglione portasalviette.

Eleganza progettuale, funzionalità estrema, cura dei dettagli e innovazione tecnologica: T Tower è la sintesi dei punti di forza di Antrax, che dal 2011 porta avanti la sua vocazione ecologica coinvolgendo tutta la filiera produttiva (dall’impianto fotovoltaico che illumina tutta la sede all’innovativo sistema di riscaldamento dell’area produttiva basato sulle nanotecnologie fino agli imballaggi in cartone riciclato). Per garantire prodotti di massima qualità, sempre all’insegna del Made in Italy.

  

condividi su: