1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. Arya di Cappellini, le lampade che guardano a Oriente

Cappellini, lampade Arya - design Giulio Cappellini & Antonio Facco

| redazione designbest

S

uggestioni asiatiche, palette calde e vellutate e l’intramontabile tradizione muranese: nascono da questo inaspettato mix le lampade disegnate dal duo Cappellini e Facco, che con volumi bombati e dettagli artigianali regalano all’atmosfera un tocco poetico (accese o spente).

 

  • Cosa sono Arya di Cappellini, le nuove lampade in vetro soffiato a bocca.
  • Cos’hanno di speciale Vetro soffiato a bocca, colori sfumati e un’allure poetica, che fa sognare. Queste lampade che si ispirano ai vasi orientali e ricordano bolle d’aria sospese, hanno una texture vellutata che le rende scenografiche e chic anche da spente. E quando sono accese cambiano completamente colore, con una luce morbida e una tinta delicata.
  • Come sono fatte Hanno il paralume in pasta di vetro soffiato a bocca su uno stampo con parti metalliche nere. Disponibili nella versione da tavolo o sospesa, hanno il paralume in quattro colori: bianco, fumè, blu avio e cioccolato con finitura matt. La stessa linea disegna anche una collezione di vasi.
  • Di chi è l’idea Giulio Cappellini e Antonio Facco, architetto emblematico nel panorama internazionale del design e titolare del brand il primo, designer giovane (classe 1991) e promettente il secondo, che subito dopo il diploma in Interior Design ha iniziato a collaborare con Cappellini. Insieme hanno realizzato diversi progetti con visioni sempre inedite che puntano all’evoluzione del design contemporaneo.
  • Ci piacciono perché… Evocano la semplice perfezione dello stile orientale, ma esaltano anche la maestria dei maestri vetrai. E proprio perché frutto dell’antica tradizione di Murano, queste lampade sono pezzi unici, resi ancora più preziosi da eventuali piccole bolle d'aria e imperfezioni di colore e spessore.

 

SFOGLIA LA GALLERY

condividi su: