1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. Caementum di Pedrali, la forza gentile del cemento

Pedrali, tavolino Caementum - design Diego Vencato e Marco Merendi

| redazione designbest

S

cultoreo eppure “gentile”, il nuovo tavolino in cemento presentato da Pedrali ha tutte le carte in regola per stare all’aperto, perché resiste agli agenti atmosferici, non richiede molta manutenzione e si pulisce in un attimo. Ma è anche un complemento d’arredo versatile per ambienti contract o spazi domestici: perché mixa l’estetica brutalista alla praticità intelligente, ma non scontata. 

 

  • Cos’è Caementum di Pedrali, il nuovo tavolino di cemento.
  • Cos’ha di speciale Questo tavolino per esterni traduce la forza del cemento con un’estetica vellutata e soft e una leggerezza inaspettata di forme e proporzioni. In più, è realizzato con procedimenti privi di inquinanti perché vengono utilizzati solo materiali a base di acqua e polveri naturali.
  • Com’è fatto Caementum è un tavolino monoblocco nato per l’outdoor, realizzato in cemento con l’aggiunta di additivi accuratamente selezionati che ne migliorano le prestazioni tecniche. Ultra robusto, resistente agli agenti atmosferici e alle macchie, impermeabile e facile da pulire, ha la superficie della base caratterizzata dai pori tipici del cemento e il ripiano completamente liscio. La base, infine, è cava all’interno per alleggerire il tavolino e spostarlo con maggior semplicità e ha un piedino di nylon studiato per proteggere i pavimenti. E’ disponibile in due dimensioni e tre colori (grigio chiaro, grigio scuro e terracotta): il materiale è colorato in massa con ossidi naturali che garantiscono l’inalterabilità nel tempo.
  • Di chi è l’idea Marco Merendi e Diego Vencato, designer italiani che in questo progetto hanno unito il loro duplice approccio al progetto: architettonico per Merendi, più orientato al mondo del design per Vencato. La loro idea è nata dalla voglia di esplorare il cemento e plasmarlo in una nuova dimensione. Il risultato è una soluzione funzionale, ma esteticamente inaspettata che punta sul contrasto di leggerezza e solidità.
  • Ci piace perché… Ha un aspetto primitivo, quasi archetipico che mette in risalto la sua anima funzionale con un linguaggio espressivo, però, del tutto nuovo. Questo tavolino, infatti, riesce a “ingentilire” un materiale rigido come il cemento, dandogli un tocco soft che lo rende ancora più versatile.

 

SFOGLIA LA GALLERY

condividi su: