1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. Ghisa di Antrax, evoluzione del vecchio calorifero

Antrax, radiatore Ghisa - design Rodolfo Dordoni

| redazione designbest

I

l nome è un omaggio al tradizionale calorifero, il materiale, però, è l’alluminio, più leggero, riciclabile e performante. Per un radiatore che strizza l’occhio al passato e reinterpreta, in anteprima per il Salone del Mobile 2022, l’estetica retro con un tocco raffinato e prestazioni eccellenti.

 

  • Cos’è Ghisa di Antrax, il nuovo radiatore che “imita” il classico calorifero di ghisa.
  • Cos’ha di speciale Rappresenta l’evoluzione del vecchio calorifero in ghisa, di cui riprende le linee e i canoni estetici. Ma lo fa con un’eleganza tutta nuova, studiata su dettagli impercettibili e proporzioni precise e con un materiale, l’alluminio, completamente riciclabile. In più, ha bisogno di un basso contenuto d’acqua per offrire la massima resa termica.
  • Com’è fatto E’ un radiatore in alluminio al 100% riciclabile, a funzionamento idraulico, che punta su prestazioni termiche elevate e uno stile essenziale giocato su pochi dettagli precisi e su un equilibrio di proporzioni tra pieni e vuoti. Formato da elementi slanciati con sezione poligonale (con un minimo di 4), rastremati alle due estremità e raccordati su entrambi i lati da parti metalliche in pressofusione nascoste, si può posizionare in orizzontale o verticale e può essere accessoriato con ganci per l’accappatoio e barre portasalviette in acciaio inox. E’ disponibile in una gamma di colori speciali, anche nella versione goffrata, in differenti configurazioni e misure.
  • Di chi è l’idea  Rodolfo Dordoni, architetto e designer milanese classe 1954 che predilige uno stile raffinato e rigoroso. Eclettico e poliedrico, reinterpreta spesso la tradizione, progettando oggetti decorativi senza bisogno di aggiungere decori, ma enfatizzando piuttosto proporzioni, bellezza e comfort tipici del perfetto stile italiano.
  • Ci piace perché… Ci riporta al passato e al calore della famiglia perché evoca un elemento dell’immaginario collettivo, il tradizionale calorifero di ghisa. Ma lo fa con grazia, eleganza e uno stile impeccabile che alleggerisce il vecchio modello e gli regala un’allure più sofisticata, un cuore sostenibile e performance ai massimi livelli, con consumi ridotti.

 

SFOGLIA LA GALLERY

condividi su: