1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. LC2 di Cassina, Special Edition di un’icona intramontabile

Cassina, poltrona LC2 (Special Edition - 2019)

| redazione designbest

I

conica e glamour, in bianco e nero: ecco la nuova Special Edition della storica poltrona LC2 di Cassina. Che in occasione della presentazione del libro Cassina as seen by Karl (ed. Gerhard Steidl) – e solo per quest’anno - si presenta in un elegante abito optical. E diventa il nuovo oggetto del desiderio per il 2019!

 

  • Cos'è LC2 di Cassina, l’iconica poltrona cubo.
  • Cos'ha di speciale E’ un modello senza tempo, un’icona indiscussa del design. Disegnata nel 1928 da Le Corbusier, Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand, è stata esposta al Salon d’Automne a Parigi nel 1929 ed è diventata immediatamente l’archetipo della poltrona “moderna”. Rieditata da Cassina e prodotta in esclusiva dal 1965, oggi per il lancio del libro Cassina as seen by Karl si veste in bianco e nero e nella versione temporanea e speciale diventa ancora più avant garde.
  • Com’è fatta Ha la struttura in acciaio cromato che contiene come una gabbia i cuscini indipendenti rivestiti in pelle. Fa parte della collezione I Maestri di Cassina, che comprende le migliori riedizioni dei grandi Maestri del Novecento. Per tutto il 2019 sarà disponibile nella Special Edition in bianco e nero.
  • Di chi è l’idea Le Corbusier, Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand. I primi due, architetti e cugini, lavorarono insieme dal 1922 e fu nel 1927 che decisero di aprire il loro studio anche a Charlotte Perriand, allora giovane e promettente architetto. La loro collaborazione durò fino al 1937 e si rivelò estremamente fruttuosa soprattutto per la creazione di arredi di nuova concezione. I tre architetti, infatti, affrontarono insieme e con successo il problema, in chiave innovativa, de “l’équipement d’intérieur de l’habitation”.
  • Ci piace perché…  Una poltrona così non ha bisogno di presentazioni. E’ un pezzo iconico, dalla bellezza inestimabile, che è sempre piacevole celebrare. Nella versione originale e in questa “special edition” che noi abbiamo già inserito tra i must have del 2019.

   

condividi su: