1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. Shuttle di Prandina, missione luce

Prandina, lampada Shuttle - design Marco Alessi

| redazione designbest

U

n po’ lanterna un po’ “shuttle spaziale”, la nuova lampada da outdoor è la sintesi perfetta di funzionalità e stile: perché oltre a essere ricaricabile e senza filo, ci regala una serie di funzioni touch per regolare la luce a piacere. E creare, sempre, un’atmosfera “stellare”.

 

  • Cos’è Shuttle di Prandina, la nuova lampada wireless ricaricabile.
  • Cos’ha di speciale Si ispira allo storico Space Shuttle della NASA e racchiude, in un volume semplice, il massimo della tecnologia. Dalle luci Led da 6.3W (uno dei più alti tra i modelli portatili) alla possibilità di regolare la temperatura della luce con un tocco, dal sensore touch per dimmerare la luminosità al caribatterie wireless.
  • Com’è fatta Ha il paralume in vetro soffiato facilmente rimovibile, la struttura in alluminio, le batterie ricaricabili che durano 8 ore e l’illuminazione LED da 6.3W che emana una luce diffusa. Tutte le componenti sono realizzate a mano, mentre la luce è dimmerabile (sia nell’intensità che nella temperatura colore) con un semplice tocco, grazie al sensore touch.
  • Di chi è l’idea Marco Alessi, architetto di Bassano del Grappa. Classe 1982, lavora con lo studio TIXA coniugando, sempre, architettura e design. Il suo modus operandi? “Percepire l’atmosfera, coinvolgersi nelle circostanze locali per poi iniziare a pensare, pianificare e progettare”.
  • Ci piace perché… Si ispira a un oggetto del “futuro” (lo Space Shuttle) e traduce tutta la sua tecnologia in un design che è al tempo stesso pulito, rassicurante e di carattere. Questa lampada diventerà la nuova protagonista dei nostri spazi outdoor, perché è pratica, stilosa e crea atmosfere piene di fascino.

 

SFOGLIA LA GALLERY

condividi su: