1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. Troy di Magis, lo sgabello industriale diventa raffinato

Sgabello Troy, design Marcel Wanders, Magis 2018

| redazione designbest

G

li sgabelli sono pratici, comodi, molto simpatici e anche belli, ma ne conosciamo di davvero raffinati ed eleganti che abbiano anche quella leggerezza d’ispirazione high-tech? Ci ha pensato ora Magis, azienda del Made in Italy presente da anni nelle collezioni permanenti dei più importanti musei di design, con lo sgabello Troy, nuovo elemento di una collezione di successo creata nel 2010 dal pluripremiato designer olandese Marcel Wanders.

 

  • Cos’è: Uno sgabello alto con schienale ideale per il living, disponibile in tre diverse altezze e finiture.
  • Cos’ha di speciale: La struttura leggera e raffinata dall’effetto high-tech abbinata a finiture di lusso, dorata o ramata, in acciaio o verniciata in poliestere, con eleganti sedili in legno o polipropilene da abbinare a scelta.
  • Com’è fatto: La struttura è in tondini d’acciaio piegati di due diversi spessori. Più spessi per le gambe, più sottili per l’incrocio che sotto il sedile stabilizza l’esile struttura. I due sgabelli più alti hanno una barra poggiapiedi. Il sedile, comprendente seduta e schienale in un unico pezzo, è in multistrato di faggio o in polipropilene modellato disponibile in bianco, nero o rivestito in tessuto Divina di Kvadrat.
  • Di chi è l’idea: Marcel Wanders, l’ecclettico designer olandese che non cessa di sorprendere. Dall’iconica Knotted chair disegnata nel 1996 per Cappellini, la sua ascesa nel firmamento del design è stata inarrestabile. Per Magis ha creato oltre alla collezione Troy, le sedie Cyborg e i tavolini per bambini Little Flare.
  • Ci piace perché… È uno sgabello che grazie al suo design raffinato e alle finiture di pregio si scrolla definitivamente di dosso quell’aria un po’ da bar, ultraresistente e da combattimento. Leggero e sottile acquista una nuova grazia ed entra a pieno titolo nell’arredo di design di un living moderno e ricercato.
condividi su: