1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. Uultis, animo brasiliano e stile haute couture

tavolo Pin - design Sérgio Batista (ph credit: Uultis)

| redazione designbest

U

ultis in latino significa “desiderio”, ispirazione. Ed è proprio da un’ispirazione, quella di tradurre il desiderio contemporaneo del vivere bene, che un anno fa è nato Uultis, un giovane marchio brasiliano che al suo debutto mondiale al Salone del Mobile di Milano nel 2018 si è fatto notare subito per la sua maestria nel lavorare il legno e per il suo stile unico.

Tra le molte caratteristiche del design brasiliano che incantano il mondo contemporaneo, spicca sicuramente la lavorazione del legno e Uultis, brand del gruppo Herval, su questa abilità – e sul suo attivismo in difesa dell’ambiente - ha costruito tutta la sua identità.

Tecnologia, lavorazione artigianale, sostenibilità e sperimentazione nei materiali: sono questi i punti forti di Uultis, che riesce a creare combinazioni inaspettate e di carattere, giocando con diversi tipi di legno, ma anche pelle, lino e metallo. "Abbiamo optato per materiali naturali e legno da fonti rinnovabili, oltre a progetti che favoriscono metodi di assemblaggio semplici", ha spiegato Sabrina Barros, marketing manager di Uultis, “e stiamo sviluppando, in combinazione con le opzioni tradizionali, tessuti prodotti da bottiglie in PET riciclate. Hanno un'estetica pulita, danno un tocco impeccabile e fanno la differenza nella tendenza alla conservazione ambientale. "

E la nuova collezione, creata da Sergio Batista e Larissa Batista del Know How Studio insieme agli architetti Inacio Schnorrenberger e Rafael Reis dello Studio Uultis, è la perfetta sintesi dei valori del brand. Specchi, tavoli sedie e poltrone, infatti, puntano su funzionalità e tecnologia e si fanno interpreti di un design contemporaneo che valorizza le caratteristiche avvolgenti dell’estetica brasiliana e le reinterpreta in uno stile universale, eppure riconoscibile. Così mentre le poltrone Mince e Sole esaltano la naturalezza del legno con linee sinuose e volumi ampi, la sedia Cappio prende spunto dal mondo haute couture e si impreziosisce di una fibbia sulla schiena e il tavolo Pin trae ispirazione dalle architetture gotiche e sostituisce le gambe con una composizione leggera e inaspettata.

“I mobili di Uultis sono fatti con calma, con anima, con coscienza” ha spiegato con orgoglio Sabrina Barros. E l’anima è quella del Brasile, che punta alla passione per la vita e trapela dalla cura dei dettagli, dalla funzionalità elegante e dalla naturale bellezza, priva di fronzoli ed eccessi, della nuova collezione. Mobili con l’anima che nascono “da un percorso autoriale più tortuoso e meno ovvio” ma traducono alla perfezione il piacere del comfort e del benessere.

 

condividi su: