1. Home
  2. Design Culture
  3. Oggetti
  4. Vico Magistretti, 100 di questi anni

Vico Magistretti.

| redazione designbest

I

n attesa che i festeggiamenti e le innumerevoli iniziative previste per celebrare il centenario della nascita di Vico Magistretti - architetto visionario, firma d’eccellenza nel linguaggio dell’abitare contemporaneo e figura chiave del cosiddetto Italian Design - possano (in questo complicatissimo 2020) finalmente prendere il via, siamo andati a riscoprire una collezione nata da uno di quegli incontri “miracolosi”, come li definì lo stesso Magistretti, tra il genio del progettista e la lungimiranza del produttore. Incontri unici e speciali, che hanno reso possibile la creazione di arredi e oggetti entrati nella storia del design.

Siamo alla fine degli anni ’80, quando Maddalena De Padova - editore d’eccezione dal senso estetico istintivo e pressoché infallibile, capace di mescolare nel celebre showroom di corso Venezia (Milano) pezzi all’avanguardia tecnologica con oggetti tradizionali ed etnici - decide di dare vita a una nuova linea di prodotti: le Edizioni DePadova, diventata in seguito “è DePadova”. 

A collaborare al progetto, Maddalena De Padova chiama nomi importanti come Achille Castiglioni e Dieter Rams, e anche, soprattutto, Vico Magistretti. Dal loro sodalizio nascerà tra il 1987 e il 2002 una serie di prodotti fra cui il tavolo Vidun (1987), le sedie Silver (1989) e Incisa (1992) e la poltrona Louisiana (1993). Pezzi ormai “classici” e ancora in produzione, in cui si ritrova il perfetto equilibrio tra innovazione, originalità e riferimento alla tradizione all’insegna della semplicità estetica, priva di decorazioni inutili e ridondanti, sempre ricercata da Vico Magistretti.
Lo vogliamo ricordare attraverso i suoi pezzi più iconici, gli schizzi sulla prima carta che trovava sul suo tavolo e anche in un momento più privato, durante un viaggio insieme con Maddalena De Padova.

SFOGLIA LA GALLERY:

condividi su: