1. Home
  2. Inspiration
  3. Accessori di design
  4. Cassina e Richard Ginori a tavola con Le Corbusier

Cassina e Richard Ginori, Collection Chandigarth - design Le Corbusier

| redazione designbest

C

osa succede se due aziende storiche dell’eccellenza si incontrano a tavola, per ricordare Le Corbusier? Piatti e vassoi si trasformano immediatamente in esclusivi tributi decor e traducono la mise en place in un’esperienza dall’eleganza senza tempo.

 

  • Cosa sono Service Prunier e Collection Chandigarth, le nuove collezioni tavola create da Cassina e Richard Ginori, in omaggio a Les Corbusier.
  • Cos'hanno di speciale Sono un omaggio a Le Corbusier e trasformano, con semplice eleganza, i suoi simboli architettonici in inediti elementi decorativi. Il risultato è una tavola raffinata, contemporanea ed esclusiva, che va oltre le mode del momento.
  • Come sono fatte Il servizio di piatti Service Prunier è stato disegnato originariamente da Le Corbusier per il ristorante Prunier di Londra nel 1961. Cassina grazie alla collaborazione con Richard Ginori l’ha rieditato rispettando il progetto originale: in porcellana bianca con l’applicazione a mano del disegno originale di Le Corbusier, il servizio comprende piatto piano, piatto fondo, piatto da dessert e tazza da caffè con piatto. Chandigarth, invece, è una collezione composta da tre vassoi in porcellana pura, non smaltata con effetto biscuit che riprendono alcuni simboli a basso rilievo scelti per i muri degli edifici di Chandigarh (la città progettata negli anni ’50 da Le Corbusier, oggi iscritta nella lista del Patrimonio mondiale dell'umanità). Ogni vassoio della Collection Chandigarh, realizzato da Richard Ginori, riprende i simboli decorativi disegnati da Le Corbusier nel 1956: la mano aperta simbolo eterno della pace (il più famoso e ricorrente), il pesce e il movimento del sole.
  • Di chi è l’idea Cassina, brand fondato nel 1927 che ha inaugurato nell'Italia degli anni '50 l'industrial design e Richard Ginori 1735, azienda dalle origini settecentesche, quando il Marchese Carlo Andrea Ginori fondò la futura Manifattura di Doccia in Doccia. Attitudine alla ricerca e all’innovazione, ma anche alla tradizione e all’artigianalità, sono da sempre nel dna delle due aziende, che collaborano con importanti architetti e designer nell'immaginare nuove forme e inedite visioni di stile. Tradizione ed eccellenza manifatturiera si intrecciano nelle varie collezioni dei brand, e anche questa nuova sinergia (in collaborazione con la Fondazione Le Corbusier) rappresenta un’inedita bellezza senza tempo.
  • Ci piace perché…  Passato e futuro si fondono in queste collezioni che paradossalmente riescono ad essere senza tempo. Perché esprimono una bellezza iconica che riprende gli stilemi di un’eleganza antica, ma con uno stile spiccatamente moderno.

 

condividi su: