1. Home
  2. Inspiration
  3. Accessori di design
  4. Musica Maestro! Con Alessandro Mendini

Architettura Sussurrante di Alessandro Mendini (Industrie Discografiche Lacerba)

| redazione designbest

U

n disco in vinile riservato non solo ai cultori della musica, ma anche soprattutto ai design addict, un pezzo da collezione inaspettato e unico. Architettura sussurrante è un esperimento musicale curioso e poco noto che Alessandro Mendini ha realizzato nel 1983 con la collaborazione dei Matia Bazar e della compagnia teatrale Magazzini Criminali. E che oggi, per celebrare il grande Maestro scomparso lo scorso febbraio, le Industrie Discografiche Lacerba (con distribuzione Audioglobelo) hanno riproposto in tiratura limitata: solo 300 copie come LP in vinile trasparente, CD e download digitale, con la copertina dei newyorkesi Anti-B Design.

Nella sua lunga carriera Alessandro Mendini, tra i più importanti architetti e designer italiani del Novecento, ha realizzato progetti di vario tipo, dai mobili agli ambienti, dalle pitture ai libri, dalle installazioni alle architetture. Pochi però sanno che tra i suoi tanti esperimenti creativi c’è anche questo disco (realizzato in 2000 copie di cui al Moma di New York), nato sulla scia della metodica multidisciplinare di Alchimia, il movimento del design italiano di cui Mendini è stato co-fondatore.

Per Alchimia artigianato, industria, informatica, tecniche e materiali attuali e inattuali devono mescolarsi e confondersi, alla ricerca di nuovi linguaggi. E la raccolta di brani di Architettura Sussurrante ne è l’esempio lampante, perché slega l’idea del design musicale dal suo contesto e lo ripropone con richiami concettuali e visioni inedite.

“Quando chiudiamo gli occhi e cerchiamo di percepire l’architettura in maniera più totale, più antropologica che geometrica, ecco l’odore, il tatto, il calore, il buio dell’architettura. (…) Se poi avviciniamo l’orecchio alle mura di una stanza, esse ci parlano, ci dicono il loro messaggio, la loro architettura sussurrante, la nenia accumulata dalle generazioni che fra quelle mura hanno avuto vita e morte, gioia e dolore” diceva Mendini. E infatti in Architettura Sussurrante suoni sperimentali, rumori, dizioni e sensazioni si intrecciano a pieno ritmo già dalla prima traccia, Casa Mia, dove le note della pop band accompagnano lo stralcio di un editoriale scritto da Mendini sulla rivista Modo nel 1979.

Architettura sussurrante è un omaggio electro pop che l’ex Matia Bazar Mauro Sabbione ha voluto con forza riprendere per poter ricordare al meglio il Maestro, attraverso le sue parole. Sono le parole e le filastrocche di Mendini, infatti, a dar voce all’architettura come nella canzone “La casa è la casa è la casa è”.

Ecco perché oltre al vecchio disco, oggi il tastierista ripropone una versione inedita digitale e in streaming (su Youtube e Spotify) del brano Casa Mia, riportando l’intero editoriale di Mendini, che canterà dal vivo nei club e nei teatri durante il tour mondiale NOE.

“La casa ha il pavimento vischioso come il miele, i piedi ci si attaccano e non si riesce più a uscirne / La casa è uno zaino così enorme e gonfio sopra alle nostre spalle, che ogni movimento diventa impossibile / La casa è il rifugio ipocrita per quelli che temono le intemperie della vita” scriveva Mendini.

Basta questo per capire che questo disco, come il design di Mendini, è pura poesia.

 

 

Guarda il video promozionale Lacerba "Architettura Sussurrante di Alessandro Mendini"

condividi su: