1. Home
  2. Inspiration
  3. Accessori di design
  4. Plissé di Alessi, il bollitore “alla moda”

Alessi, bollitore Plissé, design Michele De Lucchi

| redazione designbest

U

n po’ scultura e un po’ abito sartoriale, la nuova versione “compatta” del bollitore di De Lucchi ci piace ancora di più: perché ci offre lo stile haute couture a portata di mano (e di casa).

 

  • Cos’è Plissé di Alessi, la nuova versione del bollitore elettrico “plissettato”.
  • Cos'ha di speciale È la versione più piccola, da un litro, del modello precedente nato nel 2018. Anche in questo formato “ridotto” riesce a conservare tutto il suo fascino e la sua eleganza, trasformando il classico bollitore in un oggetto di tendenza. Soprattutto ora che il plissettato è un must delle collezioni moda.
  • Com’è fatto E’ un bollitore elettrico in resina termoplastica, in quattro colori (rosso, nero, bianco e grigio). Disponibile in due versioni (la più piccola da un litro è la novità), si ispira alle plissettature dei tessuti e gioca con il connubio di design geometrico e stile sartoriale.
  • Di chi è l’idea Michele De Lucchi, designer, architetto e accademico italiano classe 1951 e una delle firme più importanti del design italiano e contemporaneo.  Noto in tutto il mondo per aver disegnato la lampada più venduta in assoluto (la Tolomeo), ha saputo rinnovare, insieme a personalità di spicco come Ettore Sottsass, il panorama del design italiano nella seconda metà del ‘900. Il suo stile è il perfetto connubio di poesia e funzione, classicismo e romanticismo, ma sempre con un tocco innovatore. Non a caso le sue opere si trovano in alcuni tra i musei di design più importanti al mondo.
  • Ci piace perché…  È un inno all’eleganza haute couture, che prende spunto dalle tendenze fashion (le gonne plissettate sono il must di stagione) e reinterpreta la pulizia formale dello stile contemporaneo con un tocco civettuolo. Così rigore geometrico e colori block danno un tocco tutto nuovo alla cucina.

  

condividi su: