1. Home
  2. Inspiration
  3. Accessori di design
  4. Totem di Sara Ricciardi, il vaso che si compone a regola d’arte

Sara Ricciardi, vaso Totem (credits: Delfino Sisto Legnani)

| redazione designbest

I

n estate fiori recisi o bouquet profumati appassiscono in un attimo. Allora perché non optare per una composizione verde, scenografica e contemporanea, che non si guasta con il caldo, ma si trasforma giorno per giorno? Basta il vaso giusto et voilà, la scultura foliage diventa un decoro tribale perfetto.

 

  • Cos’è Totem di Sara Ricciardi, collezione Hieros, il vaso per composizioni scultura.
  • Cos'ha di speciale È una vera e propria scultura che, come i totem, diventa un feticcio ben augurale. Insolito e d’effetto, è fatto per ospitare non i soliti fiori recisi, ma composizioni di foglie che seccando inventano scenografici bouquet.
  • Com’è fatto Monolitico in marmo nero, ha dei ventagli laterali in ottone con perni per fissare le foglie e creare la propria composizione.
  • Di chi è l’idea Sara Ricciardi, giovane designer e art director nata a Benevento 28 anni fa, che ha vissuto tra la Turchia, New York e l’Italia. Impegnata ventiquattr’ore al giorno a costruire nuove visioni, si definisce una curiosa ossessiva e una ricercatrice di possibilità. Il suo stile, inaspettato e sempre in trasformazione, è un mix tra arte, design e magia. 
  • Ci piace perché…  Non è il solito vaso e ci regala uno slancio creativo davvero scenografico e contemporaneo. Dimenticate il vetusto mazzo di fiori e mettetevi alla prova con composizioni verdi che sappiano trasformarsi in “sculture foliage”. Il risultato? Un tocco tribale inaspettato e decisamente di tendenza.

 

condividi su: