1. Home
  2. Progetti
  3. Casa al Colosseo, dove i classici entrano dalla finestra
| redazione designbest

D

oveva essere, finalmente, una casa più grande con tante camere per ospitare tutta la famiglia allargata, quando per puro caso i padroni di casa si sono trovati alle finestre di questo appartamento. Una vista spettacolare: il Colosseo così vicino che sembra di poterlo toccare, poco più in là il Palatino con le residenze e i giardini degli imperatori romani, dall’altro lato il Colle Oppio con le Terme di Traiano. Un susseguirsi di meraviglie fra le più antiche del mondo, un incanto che li ha lasciati senza fiato.

 

Il living trasformato in open space, sulla parete in fondo le due porte scorrevoli danno l’accesso a sinistra alla camera dei ragazzi, a destra allo studio con il divano letto per gli ospiti. In primo piano il tavolo da pranzo con vista sul Colosseo e sul Palatino. Lampadario 2097 disegnato nel 1958 da Gino Sarfatti per Flos.

 

Erano settimane che, accompagnata dal loro architetto Cristiana Fiani, la coppia visitava appartamenti nella zona della Roma imperiale dov’erano di casa. Una pausa per un caffè e Cristiana vede un piccolo cartello “Vendesi” su un portone. “Figurati, qui?! Lascia perdere, mi hanno detto i miei clienti. Io invece ho telefonato, perché tentar non nuoce, giusto?”. E così, qualche giorno dopo, i tre si sono ritrovati a guardare, increduli, la magnificenza del Colosseo dalle finestre.

 

Gli interni essenziali e rigorosi lasciano la scena all’imponenza del Colosseo. La pavimentazione grigia per un effetto neutrale in miscela di pietra naturale è monolitica per dare continuità visiva fra gli ambienti.
Arredo di design disegnato a fine anni ’50: sedie Tulip e tavolo con piano in marmo Calacatta di Saarinen per Knoll.

 

Il panorama nel ruolo di protagonista e la casa in quello di spettatore. Forse è questo il modo più efficace per spiegare il concetto di interior design applicato da Cristiana Fiani, architetto specializzata in restauro dei monumenti: “Ho deciso di smorzare i toni, non c’è proprio bisogno di ravvivare gli interni trovandosi davanti una simile imponenza, lo spettacolo vero è all’esterno”. Compostezza, essenzialità e rigore classico dunque le parole chiave su cui architetto e proprietari si sono trovati immediatamente in sintonia. Fondamentale per il carattere raffinato e minimalista dell’atmosfera, la scelta del pavimento. Una micro-graniglia di pietra naturale dal colore neutro e l’effetto morbido e setoso, che, gettata in una volta sola senza fughe, garantisce la continuità visiva fra gli ambienti (Pietra di Venezia).

 

La parte del living dedicata all’accoglienza dei tanti parenti, amici e colleghi di lavoro. Fra i grandi divani di Antonio Citterio per B&B, un vecchio baule da viaggio recuperato nella soffitta della nonna. Le litografie sono di Shepard Fairey, lo street artist statunitense diventato celebre con il manifesto Hope diventato l’icona della campagna elettorale di Barack Obama.

La libreria in cartongesso realizzata su disegno dell’architetto. Riveste da parte a parte l’intera parete per un effetto muro che dà respiro allo spazio. Nell’angolo la colonna libreria Ptolomeo di Bruno Rainaldi, sullo sfondo, oltre l’ingresso, la cucina.

 

L’appartamento era in un certo senso “immacolato”, dalla sua costruzione nel dopoguerra quasi nulla era stato adeguato ai nuovi standard edilizi. Inoltre, era di appena 20mq più grande della loro abitazione, da strapparci a malapena una stanza in più. Ma si sa, il colpo di fulmine non sente ragioni.
La ristrutturazione affrontata da Cristiana è stata radicale, pavimenti, impianti, termosifoni, porte e finestre, controsoffittature, con l’obbligo di recuperare lo spazio per quattro posti letto in due camere e due letti supplementari.

 

La casa prima della ristrutturazione. Casa al Colosseo, Roma

La casa prima della ristrutturazione. Pareti divisorie, mobili e pavimenti scuri rendevano l’ambiente piuttosto tetro.

Mobili cucina di Veneta Cucine.

L’arredo essenziale della cucina lunga e stretta sfrutta al meglio ogni centimetro. Lascia spazio a un piccolo tavolo all’ingresso, si stringe nella zona lavoro e si riallarga verso il piccolo balcone che si affaccia sul vivace cortile interno. Mobili cucina di Veneta Cucine.

La camera dei ragazzi con il blocco composto da letti a castello e contenitori contro la parete

La camera dei ragazzi con il blocco composto da letti a castello e contenitori contro la parete che prolunga visivamente la libreria del living. I padroni di casa speravano di potere invertire le posizioni di cucina e camera ragazzi, ma hanno dovuto desistere per l’impossibilità di creare nuovi impianti di scarico per l’acqua.

La camera da letto padronale con un’armadiatura composta da cartongesso e ante scorrevoli disegnata su misura dall’architetto

La camera da letto padronale con un’armadiatura composta da cartongesso e ante scorrevoli disegnata su misura dall’architetto. La pavimentazione di tutta la zona notte è in piastrelle di gres porcellanato ad effetto legno dal colore simile alla pietra monolitica.

La ristrutturazione del bagno risolta grazie a una contro-parete per i nuovi impianti tecnici

La ristrutturazione del bagno risolta grazie a una contro-parete per i nuovi impianti tecnici. Rivestita con piastrelle in gres porcellanato grigio 60x60, è stata utilizzata anche per inserire delle nicchie porta saponi e flaconcini. Pavimenti e rivestimenti forniti da Ceramiche Appia Nuova, Roma.

 

Una scenografia d’interni dalla modernità classica e senza tempo all’insegna della compostezza e di un’eleganza funzionale confezionata su misura con la precisione di un sarto. La meticolosa progettazione di Cristiana Fiani ha risolto i non pochi problemi di adattamento degli spazi agli standard qualitativi dell’arredo contemporaneo. Ma soprattutto ha creato un’atmosfera che, nella sua ricercata essenzialità, regala grande dignità al piccolo dirimpettaio del monumento più famoso del mondo.

 

image

Project info

Ristrutturazione di un appartamento di città
Luogo:
Roma, Italia

Progettazione architettonica:
Arch. Cristiana Fiani
Via Pindemonte, 22 F, Roma, Italia
E-mail: cristiana.fiani@gmail.com

Fornitura pavimentazioni e finiture:
>> Store Channel
Ceramiche Appia Nuova

Via Appia Nuova, 1270 – Roma, Italia
Tel: 0039 06 7163 2616
E-mail:
info@ceramicheappia.com
www.ceramicheappianuova.com

Foto:

Courtesy Ceramiche Appia Nuova e arch. Cristiana Fiani

condividi su: