1. Home
  2. Speciali
  3. Speciale Cersaie 2018
  4. Costruire, Abitare, Pensare: incontri intorno all’architettura nell’era del cambiamento circolare

Camilo Rebelo, architetto (credits: Nuno Pinto) 

| redazione designbest

O

ggi è in atto un cambiamento profondo della realtà, su scala globale. Innovazione e tradizione, tecnologia e artigianalità, ordine e caos, conflitto e integrazione…è evidente la difficoltà di rappresentazione del proprio tempo attraverso un’arte concreta e fatta di materia come l’architettura. Eppure il dibattito è aperto, ricco di stimoli e di interpretazioni. L’architettura - e con essa anche il design contemporaneo - non ha più riferimenti chiari ed è esposta a una revisione profonda in tema di definizione dei luoghi, dei contenuti e dell’uso cui è destinata. Ciò che è in discussione è il concetto stesso di abitare e la relazione che l’uomo ha con il suo significato.

Questa consapevolezza è chiara ed è il nucleo intorno al quale si concentrano alcune importanti iniziative culturali di Cersaie, non solo una manifestazione fieristica legata al business in senso stretto ma luogo dove la cultura e la ricerca hanno cittadinanza privilegiata. Costruire Abitare Pensare è un ‘contenitore’ di idee e proposte interpretative espresse da architetti e designer di fama chiamati a ‘raccontare’ la propria visione dell’architettura e del design attraverso progetti e realizzazioni che hanno, nel corso della loro carriera, segnato passaggi fondamentali per il dibattito in corso.

Giunta alla sua decima edizione, quest’anno avrà come ospite della Lectio Magistralis il portoghese Camilo Rebelo. Lectio che si terrà il 26 settembre presso la Galleria dell’Architettura, in fiera. Classe 1972, Rebelo è tra gli architetti più interessanti affermatisi negli ultimi anni a livello internazionale. Vanta prestigiose collaborazioni con Eduardo Souto Moura e con Herzog & de Meuron, e un elenco copioso di premi e riconoscimenti internazionali unitamente a una intensa attività didattica nei più importanti atenei di architettura d’Europa.  Un appuntamento che varrebbe da solo la visita a Cersaie. Intenso e di sicuro interesse. Soprattutto per chi intende leggere la sfuggente contemporaneità attraverso il linguaggio ‘solido’ dell’architettura.

 

condividi su: