1. Home
  2. Store & Eventi
  3. Eventi
  4. Il Mondo di Mendini al Groninger Museum

Mondo Mendini - The world of Alessandro Mendini (ph: Riccardo Bianchi)

| redazione designbest

I

l Groninger Museum compie 25 anni e per celebrare il traguardo aveva chiesto al maestro Alessandro Mendini di organizzare la mostra dei suoi sogni. Cosa che il designer, scomparso a febbraio è riuscito a fare in parte, selezionando una serie dei suoi progetti più visionari insieme alle opere dei suoi artisti e designer preferiti.

Si chiama proprio Mondo Mendini The world of Alessandro Mendini la retrospettiva che il Groninger Museum presenta in omaggio a Mendini: oltre 200 pezzi tra gioielli, sculture, prototipi e progetti fuori misura del maestro (come le versioni alte tre metri della Poltrona Proust e del cavatappi Anna G) oltre agli oggetti di architetti del calibro di Michele De Lucchi, Gio Ponti, Gaetano Pesce e alle opere di autori dell’arte moderna come Kandinsky, Matisse, Oskar, Paul Signac o Peter Halley e ai progetti di firme internazionali come Theo van Doesburg e Gerrit Rietveld.

Un’antologica da non perdere perché offre una visione inedita della cultura del progetto che come ha spiegato lo stesso Mendini non racconta quanto “la mia personalità ha dato alla cultura del progetto”, ma parte piuttosto dalla storia e dalle contaminazioni artistiche che l’hanno influenzato. Un racconto, voluto fortemente da Mendini, “su quanto io ho assorbito dalle realtà culturali e dai maestri che ho trovato nel percorso del mio lavoro, a cominciare da Rinascimento italiano per arrivare i maestri molto più giovani di me”. 

Un viaggio tra arti visive, design e architettura che ancora una volta Alessandro Mendini ha saputo tradurre con brillante sense of humour e una dirompente forza creativa e che manda in scena persino pezzi inediti creati ad hoc come Alessandro M. - Groningen di Alessi, nato nella nuova veste multicolore come icona celebrativa della mostra o l’esclusiva limited edition (soli 17 pezzi) Amuleto Pearl, la lampada di Ramun realizzata completamente a mano dal maestro Bang-ung Song.

 

Dove: Groninger Museum, Museumeiland 1, Groningen, Paesi Bassi
Quando: dal 12 ottobre al 5 maggio 2020

  

 

condividi su: