1. Home
  2. Store & Eventi
  3. Eventi
  4. Kartell arreda l’Expo 2020 Dubai
| redazione designbest

“L

a Bellezza unisce le Persone”: ecco il claim scelto dal padiglione Italia per l’Expo 2020 appena inaugurato a Dubai.

E quale azienda, se non Kartell, poteva rispondere al meglio a questa filosofia? Bellezza e sostenibilità sono da sempre i cavalli di battaglia di questo brand che ha realizzato l’allestimento degli spazi espositivi di rappresentanza e di incontro della casa italiana all’Esposizione Universale.

Icone del design e nuovi prodotti in materiali riciclati si mescolano negli spazi espositivi del Padiglione Italia, in un gioco di trasparenze (da sempre cavallo di battaglia di Kartell) che oggi diventa simbolo della sostenibilità, grazie al nuovo policarbonato 2.0 utilizzato dal brand.

Louis Ghost, pezzo simbolo dell’azienda che fa bella mostra di sé nell’Anfiteatro, è realizzata proprio in questo nuovo materiale sostenibile che nasce da un processo di sintesi derivato in gran parte da scarti industriali della cellulosa e della carta certificato ISCC*. Un materiale che testimonia la passione per l’innovazione di Kartell e la spinta alla ricerca, portata avanti negli anni. L’azienda, infatti, ha presentato per la prima volta il policarbonato al mondo dell’arredo nel 1999, interpretando in modo del tutto nuovo la trasparenza, esclusiva prerogativa del vetro fino ad allora.

Oggi l’attenzione all’ambiente ha portato all’evoluzione nell’esclusivo policarbonato 2.0 che assicura una riduzione fino al 60% dell’impatto ambientale in termini di emissioni di anidride carbonica rispetto alla produzione di policarbonato a base fossile. Il policarbonato 2.0 conserva tutte le proprietà estetiche di trasparenza, resistenza termica e meccanica, oltre a quelle di robustezza e durezza, ma con un animo “green”.

Seguendo la stessa politica dell’economia circolare promossa dall’Italia a Expo Dubai, accanto alle proposte in questo materiale Kartell ha scelto anche le sue novità realizzate in materiale riciclato, derivato da materiali di scarto puri e non contaminati provenienti da altri settori. Nello “Spazio Bar e Cucina” di Niko Romito, invece, l’allestimento studiato da Kartell è tutto “custom made”, con soluzioni che esaltano i valori dell’accoglienza e dell’eccellenza condivisi con lo chef stellato.

“Dopo la positiva esperienza a Expo Milano” ha affermato Claudio Luti, presidente di Kartell “ci fa molto piacere essere ancora una volta partner del Padiglione Italia a Dubai. Credo sia molto importante creare sinergie positive in occasioni come questa in cui il sistema Italia si presenta nel suo insieme e porta in una manifestazione così internazionale tutta la bellezza e l’innovazione del made in Italy. Si tratta di una occasione importante per raccontare l’Italia e il suo saper fare”.

Nel corso di Expo 2020 Dubai, Kartell realizzerà anche eventi in cui sensibilità ambientale, economia circolare e bellezza saranno il volano per raccontare l’impegno e la filosofia dell’azienda, perché come ha dichiarato lo stesso Luti “il tema del Padiglione parla di bellezza e per noi la bellezza è una missione. Creiamo oggetti che devono essere prima di tutto belli e funzionali e che durino nel tempo per essere destinati a fine vita ai musei e ai collezionisti, perché siano un modello di storia del design. E parlando di sostenibilità è proprio questa l’evoluzione del concetto di sostenibilità e di etica industriale.”

condividi su: