1. Home
  2. Store & Eventi
  3. Eventi
  4. La visione ottimistica di Anastassiades a Milano
| redazione designbest

S

i chiama "Cheerfully Optimistic About the future", la prima personale italiana di Michael Anastassiades, design cipriota classe 1967 appena insignito del Compasso d’Oro, in mostra a Milano fino al 6 gennaio 2022.

Inaugurata in concomitanza con la Design Week settembrina, presso la Fondazione ICA Milano (l’Istituto Contemporaneo per le Arti) e curata dal direttore ICA Alberto Salvadori, la mostra manda in scena una collezione personale di pietre e una nuova serie di lampade autoprodotte dal designer. 

Il focus è tutto sulla natura, vista come designer d’eccellenza: e la collezione di sassi e ciottoli raccolti in giro per il mondo, fin da quando Anastassiades era bambino, vuole essere un esempio di quanto la natura sappia creare forme perfette. A tenere le fila del racconto, poi, ci pensa la luce, non a caso protagoniste assolute del progetto sono 27 lampade scultura realizzate a mano dal designer durante il periodo della pandemia e del lockdown del 2020, assemblando per sottrazione canne di bambù, fili di lino e corpi luminosi.

Garbato, creativo, raffinato, Anastassiades ricorda i grandi maestri come Gio Ponti, Gino Sarfatti, Charlotte Perriand ed espone il suo racconto in modo ordinato, rifacendosi ai manufatti primitivi del Mediterraneo e a riti arcaici, che risvegliano emozioni ataviche.

La sua visione “assolutamente ottimistica del futuro” (come dice il titolo stesso della mostra) ci proietta in una foresta virtuale, dove la componente naturale è predominante e la tecnologia resta, ridotta all’essenziale, al servizio dell’uomo e dell’ambiente. E suggerisce uno sguardo ponderato e cauto verso un futuro fatto di equilibrio e armonia.

Dove: Fondazione ICA via Orobia 22, Milano
Quando: fino al 6 gennaio 2022

condividi su: