1. Home
  2. Store & Eventi
  3. Eventi
  4. Salone del Mobile. Milano Shanghai: una conferma dell’eccellenza Made in Italy

Salone del Mobile. Milano Shanghai 2019  (ph: courtesy Salone del Mobile.Milano)

| redazione designbest

A

ncora una volta Shanghai ha registrato il tutto esaurito al Salone del Mobile. Milano Shanghai, manifestazione giunta alla sua quarta edizione (svoltasi dal 20 al 22 novembre 2019) che ogni anno anima il SEC - Shanghai Exhibition Centre. Un appuntamento speciale, che consolida la presenza del Made in Italy e guadagna sempre più l’attenzione degli addetti ai lavori.

Gli scambi economici e culturali fra Italia e Cina hanno creato ormai da alcuni anni un’importante asse, di cui beneficiano entrambi i paesi con reciproca soddisfazione. E Shanghai è il luogo in Oriente che meglio rappresenta questo dialogo tra mondi differenti, con una spinta evidente verso uno stile più internazionale: una porta che si apre al grande mondo e accoglie il messaggio di qualità italiana, in una condivisione di culture e approccio al design.

Non a caso il Salone del Mobile. Milano di Shanghai anche quest’anno ha puntato su una grande selezione di brand e prodotti italiani creando un circuito tra protagonisti di qualità e pubblico di qualità. La Cina si conferma così la nuova frontiera del design: i dati di quest’ultima edizione parlano di ben 127 aziende espositrici, tra cui 25 nuovi brand, mentre il numero dei visitatori ha superato la quota 20mila.

Manifattura artigianale e innovazione tecnologica hanno risposto alle esigenze di un pubblico che, soprattutto nella nuova generazione under 40 - propulsore del mercato di fascia alta, è alla ricerca di un design che porta in sé il valore dell’originalità e dell’eccellenza, capace di coniugare tradizione e sperimentazione.

Ed è proprio Shanghai a rappresentare la sintesi di questa filosofia, perché il suo fascino risiede nel mix tra la grande tradizione millenaria e la spinta verso il contemporaneo che i giovani, globalizzati e iper-digitali, inseguono con grande gusto e con una curiosità spiccata verso le proposte internazionali.

Da qui l’interesse concreto verso Salone del Mobile. Milano Shanghai, evento sempre più riconosciuto in Cina e riferimento importante per il mercato orientale. Le potenzialità di sviluppo, infatti, sono incoraggianti: “chiudiamo la quarta edizione del Salone del  Mobile. Milano Shanghai con grande soddisfazione” ha affermato Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile. “La Cina si trova in un momento storico in cui può permettersi innovazione, qualità e bellezza. Ossia il prodotto italiano di cui, oggi, sa riconoscere il valore intrinseco. A noi come imprenditori non resta che perseverare sulla strada dell’incontro e del dialogo con grande concretezza, costanza e un pizzico della nostra creatività italiana, mantenendo sempre questa coesione”.

Il fermento e l’ottimismo respirati nei tre giorni della manifestazione confermano quanto il Salone del Mobile. Milano Shanghai sia un evento prezioso perché condensa nel cuore di Shanghai produzione, protagonisti ed energie provenienti da Oriente ed Occidente, esprimendo al meglio l’eccellenza del Made in Italy.

Il merito va anche alla location d’eccezione, uno spazio di oltre 4.000 mq che si trova in uno dei quartieri più esclusivi della città e che con la sua suggestiva architettura degli anni Cinquanta rappresenta un polo importante anche per eventi culturali e artistici. La preziosità di questo evento si è rispecchiata anche nel calendario ricco di talk con i grandi protagonisti della cultura del progetto e dell’imprenditoria: Rodolfo Dordoni, Ferruccio Laviani, Patricia Urquiola, ma anche Interni e Milano Design Film Festival (tanto per citarne alcuni) hanno condiviso le proprie esperienze progettuali e intrattenuto il pubblico con interessanti approfondimenti, sempre in sinergia con partner cinesi come i designer Li Hi, Zhao Yang, Chen Fei Bo.

È imprescindibile, infatti, il fil rouge che lega Cina e Italia: se da una parte l’Italia è il primo paese fornitore di arredamento sul mercato cinese, dall’altra la Cina, leader in campo economico e mondiale, non perde occasione per entrare sempre più in contatto con la bellezza e la creatività del Belpaese. E a conferma di quel filo rosso che unisce i due paesi (il rosso Cina e il rosso Salone del Mobile), Milano e Shanghai quest’anno celebrano un altro importante traguardo, quarant’anni di gemellaggio. 

 

condividi su: