1. Home
  2. Store & Eventi
  3. Eventi
  4. The art side of Kartell, 70 anni nell’arte del design

Confórmi, "Gian Lorenzo Bernini, Throne of Saint Peter VS Philippe Starck, Louis Ghost" (courtesy Kartell)

| redazione designbest

R

icerca, innovazione, tecnologia e arte: ecco i pilastri della cultura dell’abitare su cui Kartell, azienda leader nel design di plastica, ha costruito i suoi 70 anni di storia. Per festeggiare questo importante anniversario non poteva esserci location migliore di Palazzo Reale, che per l’occasione ha trasformato l’Appartamento dei Principi nel palcoscenico di The art side of Kartell, un racconto che si snoda in una drammaturgia di memorie convenzionali, narrazioni ibride, esperienze individuali e suggestioni visive.

«Visto che negli anni Kartell e il design sono entrati in contatto con altri linguaggi, non ultimo quello dell’arte, è proprio di questa relazione che vogliamo occuparci» ha spiegato Claudio Luti, presidente di Kartell e del Salone del Mobile.

E infatti è proprio lo spirito artistico del brand che viene messo in mostra dai curatori Ferruccio Laviani e Rita Selvaggio, in una dimensione immersiva e vibrante, frammentaria e atemporale che sottolinea il rimando continuo tra contaminazioni di design e pittura, scultura, cinema e fotografia. Così sedie, tavoli, vasi, divani e oggetti non più in catalogo si mescolano a esperienze di sapere collettivo, prototipi, sperimentazioni sui materiali, dipinti, sculture, installazioni e documenti.

The art side of Kartell racconta, in 70 anni di associazioni, l’evoluzione storica e artistica dell’abitare e dello stile: un percorso narrativo che spazia in circa 1000 mq e che passa anche attraverso gli sguardi e le voci di artisti blasonati come Maurizio Cattelan e Vanessa Beecroft o fotografi famosi come Giovanni Gastel, Gabriele Basilico, Helmut Newton.

Non a caso ad aprire l’itinerario ci sono le sette Electric chairs, sedie sculture in policarbonato trasparente e neon bianco realizzate da Kartell nel 2011 per il 70esimo compleanno del regista Bob Wilson, ma potremo ammirare anche opere d’arte create per l’occasione da artisti contemporanei come Enrico David e Heimo Zobernig, Emilio Tadini, Roberto Sambonet o Ron Arad.

«Sarà una convivenza domestica — assicura Ferruccio Laviani — tra design e arte, tra produzione industriale e pezzi unici». Un percorso denso che promette di regalarci scenografie oniriche e surreali, memorie stratificate e mappe mentali, alla scoperta del mondo Kartell fatto di ispirazioni e realizzazioni in serie, di sperimentazioni visionarie e senso estetico radicato nel dna.

Nella sequela delle scenografiche e prestigiose stanze dell’Appartamento dei Principi, The art side of Kartell esplora settant’anni di vicende ordinarie e straordinarie e ci presenta, con un inedito punto di vista, gli scenari domestici del brand e la sua visione culturale e artistica dell’abitare, capace di precorrere i tempi e superare, anche dopo sette decenni, qualsiasi moda.

 

Dove: Palazzo Reale, Appartamento del Principe, Piazza Duomo 12, Milano
Quando: 10 aprile – 12 maggio 2019

 

condividi su: